La tentata rapina, lo sparo e la fuga sull'auto della scuola guida rubata. Il mezzogiorno folle al distributore di benzina

Il proietti, dopo aver ferito un uomo colpendolo di striscio, si è conficcato su un'auto dove, a bordo, c'era una 95enne

Prima l'aggressione, poi la tentata rapina, il colpo di pistola, un uomo ferito. Quindi il furto di un'auto e la fuga. C'è di tutto nella mattinata di follia in via Santa Maria del Buon Consiglio, tra Porta Furba e Quadraro, in una delle periferie di Roma che racconta una tragedia sfiorata.

I fatti sono iniziati intorno alle 12 di lunedì 4 marzo e sul caso sta indagando la Polizia, sulle tracce di un rapinatore mascherato che, accidentalmente, ha esploso un colpo di pistola ferendo un 56enne. La vittima, a bordo del suo Yamaha T-Max, stava facendo rifornimento al distributore di benzina quando è stato aggredito da un uomo, con il volto travisato da casco e passamontagna, con in mano una pistola. 

L'obiettivo dell'aggressore era quello di rubare al 56enne lo scooter, così come hanno raccontato a RomaToday i testimoni che hanno assistito alla scena. Chi era lì ha descritto quei lunghi, interminabili, minuti. "I due stavano lottando, l'uomo non voleva lasciare al ladro il suo scooter". Quindi il "botto" del colpo di pistola

"Abbiamo visto quell'uomo accasciarsi", dicono. Il colpo partito, forse accidentalmente, si è quindi conficcato tra le lamiere di una Fiat Panda parcheggiata distruggendone il vetro e parte del cruscotto. Nell'auto un'anziana 95enne, miracolosamente illesa. Mentre il ferito, colpito di striscio tra collo e spalla dal proiettile, si è chinato. Il malvivente prima ha provato, senza riuscirci, a rubare lo scooter, poi ha puntato una Volkswagen Up, di proprietà di una scuola guida.

All'interno l'istruttore e la sua allieva. I due, vista la pistola ancora in mano al rapinatore mascherato, sono scesi dall'auto senza opporre resistenza. E mentre il malvivente fuggiva, in direzione Garbatella secondo i presenti, chi era lì ha chiamato il Numero Unico per le Emergenze e prestando i primi soccorsi al ferito trasportato, successivamente, in codice giallo all'ospedale Vannini

"Fortunatamente sia il nostro istruttore che l'allieva non sono rimasti feriti. Sono stati attimi concitati, hanno avuto solamente un po' di normale paura. Nel primo pomeriggio abbiamo poi ritrovato la Volkswagen Up a Tor Bella Monaca, a largo Ferruccio Mengaroni grazie all'impianto Gps", hanno riferito al nostro quotidiano i titolari dell'autoscuola, proprietari della vettura. "Non era ammaccata ma la Polizia ora la tiene sotto sequestro". Già perché all'interno si potrebbero trovare indizi o tracce del dna del rapinatore mascherato. 

Gli inquirenti indagano, senza escludere un collegamento anche con una rapina compiuta poco prima, alle 11:40. Anche in quel caso un uomo coperto da casco e armato di pistola aveva colpito, rubando l'incasso di un supermercato in via dell'Arco di Travertino. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento