menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Choc in casa di cura abusiva: anziani sequestrati e lasciati soli in mezzo agli escrementi

La struttura in zona Infernetto. Una parte regolarmente autorizzata, un'altra abusiva. Una stanza umida, chiusa a chiave con all'interno nove anziani tra i 70 e i 90 anni sulla sedie a rotelle

I controlli all'interno

Nove anziani tra i settanta e i novanta anni lasciati a marcire in una stanza umida, chiusa a chiave, abbandonati in mezzo ai loro stessi escrementi trovati negli angoli del pavimento. E' l'orrore che si è parato davanti ai poliziotti durante un controllo in una casa di cura all'Infernetto. La scoperta durante una banale accertazione amministrativa nella parte struttura regolarmente autorizzata. 

Gli agenti però, nel perlustrare i locali, sono incappati in una porta chiusa, che dopo un po' di resistenza i gestori hanno aperto. All'interno uno scenario raccapricciante. Anziani, molti incapaci di muoversi e costretti su una sedia a rotelle, lasciati a loro stessi, al freddo, senza cure, e in pessime condizioni igieniche. La polizia non ha trovato, al momento del controllo, nè un medico nè un infermiere. 

IL VIDEO DEI CONTROLLI

Sequestro di persona, abbandono di incapace e somministrazione di medicinali da parte di personale non qualificato e senza titolo: sono questi i reati per i quali sono stati denunciati i gestori della struttura abusiva. Gli investigatori hanno richiesto la collaborazione di personale della ASL RMD – Spresal ( Sicurezza negli ambienti di lavoro ), Sian ( Sicurezza e igiene degli alimenti e nutrizione) e, per gli aspetti di specifica competenza, del II Gruppo della Guardia di Finanza.

I funzionari della ASL RMD hanno contestato violazioni sulla sicurezza sul lavoro e sequestrato, con obbligo di distruzione, oltre 35 chili di derrate alimentari non tracciate e alcune anche scadute. La Guardia di Finanza sta verificando la posizione di alcuni lavoratori trovati senza contratto di lavoro.  

In totale gli ospiti della struttura erano 19, dieci collocati nella casa di cura autorizzata, nove in quella abusiva. Questi sono stati affidati ai propri familiari a eccezione di uno, il quale senza famiglia, è stato collocato tramite gli assistenti sociali del Comune di Roma in altra struttura sanitaria.

Potrebbe interessarti

Commenti (4)

  • Penso che non sia tanto semplice accorgersi di come vengono trattati i nostri anziani in queste strutture, perché all'inizio il personale manifesta una costante espressione d'amore, poi perché viene garantita la massima assistenza, altrimenti mi chiedo quale figlio porterebbe un genitore o un parente anziano in queste strutture, pagando anche grosse cifre ,se già in partenza immaginasse di come viene trattato? Come possiamo vedere , forse, mancano anche i controlli , perché quasi sempre sono gli stessi parenti che cominciano a sospettare che le cose non vanno come dovrebbero. Questo non significa che in tutte le case di riposo si verifichino questi spiacevoli episodi, però troppo spesso riportate articoli in merito. Non è umano che queste persone , deboli ed indifese vengano maltrattate da personale pagato. Infine sono d'accordo ad installare in questi ambienti le telecamere, servirebbe già a qualcosa; anche se, per svolgere questo tipo di lavoro, io ritengo fondamentale che si debba avere oltre una preparazione un grande rispetto e pazienza per gli anziani come se ognuno di loro fosse nostro padre e nostra madre.

  • Mi chiedo come possa un figlio o un parente non accorgersi della situazione che vi era all'interno della struttura in questione. Troppo presi dalle vostre piccole vite? Che pena...

    • Uno schifo continuo che aimè non si fermerà mai purtroppo.

      • Hai ragione Maurizio, non credo migliori la sistuazione in futuro, anzi.. In Grecia, nonstante la grave situazione attuale, non esistono né sono mai esistite badanti o case di riposo per anziani, è la società che si prende cura di loro: figli, nipoti, parenti, amici e vicini di casa.

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

  • Cronaca

    Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

  • Cronaca

    Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

  • Cronaca

    Omicidio Nino Sorrentino, residenti sotto choc: "Una brava persona, ben voluta da tutti"

Torna su