Marino, 1500 euro a paziente: scoperta casa di cura abusiva

All'interno della struttura erano ospitate quattro anziani non autosufficienti, senza alcun tipo di autorizzazione sanitaria e amministrativa. Denunciate tre persone

Una casa di cura per anziani abusiva, con tanto di tariffario. E' quanto hanno scoperto i Carabinieri della Stazione di Marino che hanno poi denunciato, con l'accusa di "esercizio abusivo della professione", un'infermiera e due collaboratrici domestiche.

A seguito di un controllo, i militari hanno scoperto che un'abitazione privata era stata allestita a casa di cura per anziani, dal momento che all'interno erano ospitate quattro persone non autosufficienti, senza alcun tipo di autorizzazione sanitaria e amministrativa.

La proprietaria di casa, un'infermiera di 48 anni, percepiva un compenso che arrivava anche a 1500 euro al mese per ogni paziente.

A coadiuvarla nell'attività, due collaboratrici domestiche, di 54 e 34 anni, di origini romene, che seguivano gli anziani ospiti quando la donna si trovava a svolgere il turno presso un ospedale della zona, il suo vero posto di lavoro. I militari hanno riaffidato gli anziani ai rispettivi familiari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento