Sesso a pagamento ai tempi del Coronavirus, smantellata casa a luci rosse all'Aurelio

Arrestato un giovane sfruttatore che aveva 450 euro, sequestrati poiché ritenuti provento dell'attività. Denunciate quattro donne che si prostituivano

Una casa a luci rosse a due passi da piazza Irnerio, nella zona dell'Aurlio, è stata scoperta e smantellata dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Pietro e della Stazione Madonna del Riposo. A finire nei guai un 20enne, arrestato, e quattro donne denunciate. 

I militari avuto sentore della probabile attività illecita che si svolgeva in un appartamento di via Pier delle Vigne, hanno avviato una serie di servizi di osservazione che hanno documentato un continuo via-vai di persone dalla palazzina sospetta.

Il blitz è scattato nei pressi della Circovallazione Cornelia quando i carabinieri hanno deciso di controllare uno dei probabili clienti della casa a luci rosse: l'uomo ha confermato i sospetti dei militari che a quel punto hanno deciso di entrare nella casa.

Proprio al momento dell'ingresso nell'appartamento, i carabinieri hanno assistito alla consegna di denaro da parte di una delle donne che si prostituiva nel seminterrato di una tranquilla palazzina, nelle mani di un romeno di 20 anni, nella Capitale senza fissa dimora e incensurato, risultato essere il gestore delle loro attività.

Scoperto, il ragazzo si è scagliato contro i militari tentando di guadagnare la fuga ma è stato bloccato dopo una breve colluttazione. Nei suoi confronti è scattato l'arresto con le accuse di sfruttamento della prostituzione, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. In tasca il giovane sfruttatore aveva 450 euro, sequestrati poiché ritenuti provento dell’attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Delle 4 donne impiegate nella casa, tutte di età compresa tra i 20 e 32 anni, in due hanno tentato di approfittare del parapiglia creato dal 20enne per eludere il controllo, minacciando i Carabinieri con un coltello da cucina di 10 centimetri: per loro è scattata la denuncia a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento