Dalla Puglia a Roma con 330 chili di marijuana nel furgone, arrestato 49enne

Il trafficante è stato intercettato dagli uomini della Guardia di Finanza su una strada statale nel brindisino a bordo di un mezzo noleggiato nella Capitale

Il carico di marijuana sequestrato dalla Fiamme Gialle

Maxi sequestro di marijuana che dalla Puglia era pronta ad invadere il mercato romano. La scoperta la notte del 19 ottobre quando le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Lecce hanno arrestato un 49enne romano fermato alla guida di un furgone mentre trasportava gli oltre tre quintali di sostanza stupefacente. L’operazione di servizio, condotta dalle unità specializzate del Gruppo Operativo Antidroga, ha preso corpo alle 23:30 di ieri sera, quando una pattuglia della Guardia di Finanza, durante un servizio di prevenzione finalizzato al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, ha notato in località Serranova (provincia di Brindisi), un furgone di colore bianco che procedeva con andatura incerta, a tratti incrementando la velocità di crociera per poi rallentare repentinamente.

ANOMALA CONDOTTA DI GUIDA - I finanzieri, la cui attenzione è stata attratta dalla anomala condotta di guida, tipica di chi vuole sottrarsi ad un eventuale pedinamento, si sono quindi posti, a dovuta distanza, al seguito dell’automezzo effettuando preliminari riscontri sull’intestatario del furgone, risultato appartenere ad una società di autonoleggio con sede a Roma.

TENTATIVO DI FUGA - A questo punto, insospettiti dalle ricorrenti anomalie, i finanzieri dopo aver richiesto l’intervento di un’altra pattuglia di supporto, hanno raggiunto il furgone che, nel frattempo, si era immesso sulla Strada Statale 379 in direzione Bari, per sottoporlo a controllo. Dopo un timido tentativo di fuga il furgone è stato fermato nei pressi di una piazzola di sosta della Strada Statale.

MARIJUANA DALL'ALBANIA - All’interno del vano di carico dell’automezzo, condotto da un uomo di 49 anni nato e residente nella Capitale, i militari hanno poi rinvenuto, occultati sotto un telo di colore azzurro, 15 voluminosi involucri di marijuana dal peso complessivo di 330 chili, confezionati con nastro adesivo e cellophane, secondo modalità tipicamente usate dai trafficanti albanesi per proteggere lo stupefacente dall’acqua durante la traversata dell’Adriatico. 

VALORE SUL MERCATO - La sostanza stupefacente, il cui valore sul mercato si aggira intorno ai 500.000 euro, è stata posta sotto sequestro unitamente all’automezzo utilizzato per il trasporto ed a tre telefoni cellulari rinvenuti in seguito all’ispezione del furgone. Il corriere, è stato tratto in arresto e su disposizione della locale Autorità Giudiziaria è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento