menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Rissa a Termini: carabinieri accerchiati da quindici persone

Per evitare il peggio i militari si sono barricati nella 'gazzella' contro la quale i rissanti hanno inferto calci e pugni. Le violenze in via Giolitti, cinque le persone arrestate

Hanno provato a sedare una maxi rissa ma si sono trovati in inferiorità numerica. Nonostante fossero i carabinieri i rissanti non hanno esitato a minacciarli ed accerchiarli costrigendo i militari dell’Arma a barricarsi nell’auto di servizio. Una volta dentro la gazzella le violenze sono continuate sino a quando non sono arrivati i rinforzi che hanno salvato i colleghi ed arrestato cinque persone. I fatti nella zona della Stazione Termini. 

RISSA DAVANTI AL BAR - In particolare è stata una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Scalo Termini, in servizio nella zona della principale stazione ferroviaria della Capitale, l’altra notte, ad intervenire per sedare la megarissa, scoppiata di fronte a un bar di via Giolitti all’Esquilino e a cui avevano attivamente preso parte almeno 15 uomini, tutti cittadini stranieri.

ACCERCHIATI DA 15 PERSONE - Alla vista della gazzella, gli animi dei contendenti, invece di calmarsi, si sono scaldati ulteriormente al punto che i Carabinieri, per respingere un tentativo di aggressione nei loro confronti, si sono dovuti barricare nell’auto di servizio e, vista la sproporzione numerica tra loro e i rissanti, hanno immediatamente chiesto rinforzi. Gli stranieri, non contenti, hanno accerchiato l’auto colpendola più volte sui finestrini e sul parabrezza.

BRANCO IN FUGA - L’arrivo di altre pattuglie dell’Arma, prontamente inviate sul posto dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale, ha consentito di far disperdere il “branco” e di bloccare 5 dei partecipanti alla rissa.

CINQUE ARRESTI - Si tratta di un cittadino nigeriano di 33 anni, un cittadino romeno di 41 anni, un cittadino egiziano di 28 anni, un cittadino marocchino di 26 anni e un cittadino tunisino di 27 anni (gli ultimi tre senza fissa dimora e con precedenti) che sono stati ammanettati con le accuse di rissa, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Gli arrestati sono stati portati in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in attesa del rito direttissimo.
 

Potrebbe interessarti

Commenti (14)

  • Ci sono alcune zone di Roma, come la stazione Termini , che sono diventate rifugio per tanti disperati , italiani e stranieri, costretti a dormire per terra , tra cumuli di giornali e di cartoni. Sono gli invisibili , ma sono persone tranquille. Persone che,vita per una ragione o per un'altra, sono finiti per strada. Insieme a loro però ci sono delinquenti che vivono di espedienti e troppo spesso scatenano risse e danneggiamenti. A Roma , nel frequentare certe zone ed in particolari ore del giorno si vive nella paura , anche se con il tempo si è arrivati ad una forma di adattamento. Sono anni che stanno lì, ma nessuno mai ha fatto qualcosa per affrontare il problema...

  • Credo che i nostri politici prima di depenalizzare certi reati ne dovrebbero essere coinvolti, magari anche con le famiglie e poi vorrei vedere cosa decidererebbero...

  • Mentre i nostri deputati discutono che il furto negli appartamenti è aumentato del 100 per cento arrivando a quota trecentomila con solo 15000 arresti colpa dei cittadini che non hanno telecamere di protezione, in questo caso la colpa è dei carabinieri che non hanno telecamere di protezione. Non siamo sul set di un film!!!

  • Quante storie potrei raccontare... Oggi come oggi anche quando la legge ti consente l'uso della forza... Non si usa per evitare di essere indagati ecc ecc...

  • Il paese de pulcinella chiamate i poliziotti americani lo sai che tiro al bersaglio e 15 stro........n.ziiii in meno

  • Perché non hanno sparato? A siamo in Italia, a loro li avrebbero arrestati

    • In una zona affollata come Termini, l'uso delle armi è rischioso, sbagli un colpo e prendi un passante, ma mandare un plotone in tenuta antisommossa e massacrare tutti a manganellate sarebbe stata una buona idea.

  • Arrestati e il giorno dopo liberati xke tanto in italia hanno depenalizzato questi reati! Morale tutti fanno come gli pare e dopo tutti gli sforzi delle forze dell ordine viene vanificato ogni tentativo di riportare ordine.

  • non preoccupatevi..non scriverò più commenti...

  • E' inutile dire cosa ne penso...tanto voi della redazione,non mi pubblicate mai niente.

  • Arrestati e rimandati nei loro paesi!!!

  • quanta bella gente ... tutto merito dei nostri meravigliosi politici e di quelli che li hanno votati

  • in America avrebbero (giustamente) messo mano alle pistole

  • Che figura lo Stato di Renzi ed Alfano in balia di 15 senza fissa dimora già conosciuti alle forze dell ordine con precedenti penali ...e fondamentale risorsa di cultura e civiltà come dice la magnifica Boldrini

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

  • Cronaca

    Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

  • Cronaca

    Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

  • Cronaca

    Omicidio Nino Sorrentino, residenti sotto choc: "Una brava persona, ben voluta da tutti"

Torna su