Carabiniere ucciso, la vedova Cerciello: "Chiedo giustizia, non vendetta"

Per l'omicidio sono in carcere i due americani Finnegan Lee Elder e Christian Gabriel Natale Hjort

Mario Cerciello Rega

"Da vedova, di un servitore della nostra straordinaria Nazione, chiedo giustizia e non vendetta per il mio Mario. E sono certa che, il mio auspicio, verrà tramutato in realtà dal lavoro dei miei avvocati e dai giudici che, con tanto impegno quotidiano, hanno portato a termine brillantemente le indagini". E' quanto afferma, tramite l'avvocato Massimo Ferrandino, Rosa Maria Esilio, vedova del carabiniere Mario Cerciello Rega, ucciso la notte del 26 luglio scorso con 11 coltellate nell'aggressione in via Pietro Cossa, a Prati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l'omicidio sono in carcere i due americani Finnegan Lee Elder e Christian Gabriel Natale Hjort. Giovedì il gip ha disposto il giudizio immediato per i due è il processo inizierà il 26 febbraio prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento