Rinchiusi ed in pessime condizioni igieniche e sanitarie, liberati 27 cani

Il blitz da parte di polizia, vigili urbani e Asl in un terreno nella zona di Lanuvio. Denunciato un 82enne

Rinchiusi in un manufatto ed un pessime condizioni igieniche e sanitarie. A liberare 27 cani dalla loro prigione di Lanuvio sono stati gli agenti del commissariato di Genzano, diretto da Manuela Rubinacci, coadiuvati da personale medico della Asl e della Polizia Locale. 

Le indagini hanno permesso di accertare le pessime condizioni igienico sanitarie nelle quali venivano fatti vivere 18 cani meticci adulti, due cani meticci di tre mesi e sette cuccioli di appena 5 giorni di vita.  

Denunciato a piede libero un 82enne italiano, con l’accusa di maltrattamenti di animali e detenzione incompatibile con la loro natura. Nello specifico i cani erano tenuti in parte nel terreno di pertinenza dell’abitazione dell’uomo e in parte all’interno di un manufatto, tutti in pessime condizioni igieniche, maleodoranti, con feci e urina sparse ovunque.

Gli animali, con l’ausilio di personale specializzato, sono stati affidati in giudiziale custodia al Canile convenzionato con il Comune.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento