San Giovanni: sotto casa della ex colpisce a calci e pugni il portone d'ingresso

Il 30enne è stato fermato dai carabinieri ed è risultato essere sottoposto alla sorveglianza speciale

Lo hanno fermato mentre prendeva a calci e pugni il portone d'ingresso di casa della ex in zona San Giovanni. Per questo i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un uomo romano di 30 anni, nullafacente e con precedenti, con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico Ufficiale e violazione degli obblighi relativi alla sorveglianza speciale.

I militari, a seguito della segnalazione giunta al 112, sono intervenuti in via Casoria, dove al loro arrivo hanno bloccato l’uomo mentre colpiva ripetutamente con calci e pugni il portone di ingresso della palazzina dove vive l’ex compagna. 

L’uomo invitato a fornire i documenti per l’identificazione si è rifiutato ed ha rivolto frasi ingiuriose e minacce ai militari; dagli accertamenti in banca dati è risultato essere sottoposto alla sorveglianza speciale.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria l’uomo è stato trattenuto in caserma, in attesa del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento