sabato, 19 aprile 13℃

Piano rifiuti, trasmessa bozza agli enti locali. Clini: "Firma accordo l'8 maggio"

Dal ministero dell'ambiente è arrivata oggi la bozza del piano rifiuti per Roma trasmessa a Comune, Provincia, Regione e Commissario. Il ministro ha convocato i vertice per la firma dell'accordo di programma l'8 maggio

Redazione 4 maggio 2012

E' stata trasmessa oggi la bozza definitiva del 'Piano per Roma' sui rifiuti a Comune, Provincia, Regione e commissario per la chiusura della discarica di Malagrotta. Nel documento, rende noto il ministero dell'Ambiente, sono contenute anche le valutazioni tecniche sulle osservazioni del ministero della Difesa in merito al sito di Monte Carnevale. Per la firma dell'accordo di programma il ministro dell'Ambiente Corrado Clini propone la data dell'8 maggio. Poi, ai microfoni di skytg24 commenta l'atteggiamento degli enti locali.

"Per il momento l'unica cosa che abbiamo ricevuto sono dei veti. Io spero che alla fine si riesca a prendere una decisione insieme. Sono molto disponibile a fare il ministro, non a fare il presidente della Regione, della provincia, il sindaco e magari anche il prefetto. Mi sembra un po' troppo". "Ho rinconvocato tutti per l'8 maggio, gli ripropongo questo Piano di interventi per Roma sul quale peraltro siamo disposti in tempi di vacche magre a mettere pure delle risorse. Roma può raggiungere i livelli delle altre capitali europee - continua il ministro - sembra che siamo noi che dobbiamo scegliere per conto del sindaco, del presidente della provincia, del presidente della regione che cosa bisogna fare a Roma. Gli abbiamo detto, oltre a dire no diteci anche qualche sì in modo che possiamo aiutarvi".

Nel frattempo c'è chi, per l'8 maggio, si prepara alla protesta. "Se da un lato il ministro Corrado Clini ha avuto il merito di muovere la questione rifiuti dall'impasse in cui gli Enti Locali l'avevano messa, dall'altro ancora non riusciamo a capire come gli tornino i conti vista l'incompatibilità della raccolta differenziata con il numero degli impianti che sembrano più necessari all'incenerimento che alla gestione sostenibile dei rifiuti". Ad affermarlo il presidente dei Verdi del Lazio Nando Bonessio. "Ora la palla passa agli Enti Locali - aggiunge - che il ministro ha affermato chiaramente di non voler sostituire i quali devono evitare di prendere decisione in base a 'elementi presi da Internet', e sono parole dello stesso Clini. Martedì otto maggio, quindi, dovrebbe essere il giorno della verità nel quale si sottoscriverà l'accordo - conclude Bonessio - e per questo è necessario che tutti i comitati si riuniscano per far sentire la voce dei cittadini in una grande manifestazione unitaria".

MONTE CARNEVALE - Sempre a Sky il ministro ha commentato la possibile scelta del sito di Monte Carnevale, bocciata dallo Stato maggiore della Difesa."Non può assolutamente rappresentare una sorgente di rischio per la popolazione residente, altrimenti andiamo contro la legge nazionale e le direttive Ue".  "Voglio semplicemente osservare - prosegue Clini riferendosi ad obiezioni 'generiche e teoriche' - che siamo ormai abbastanza stanchi in Italia di doverci confrontare, ogni volta che si tratta di individuare un sito per un intervento di qualsiasi tipo, con obiezioni che sembrano scaricate da internet. Entriamo nel merito, guardiamo i dati, li analizziamo e poi decidiamo". Per questo "abbiamo chiesto - conclude il ministro - ai colleghi del ministero della Difesa di confrontarci con noi sui dati e di verificare quali sono le reali ipotesi di rischio, che noi escludiamo".

Annuncio promozionale

Corrado Clini
discariche

Commenti