Ritrovata bomba da 250 chili, evacuazione in vista per seimila persone

L'ordigno bellico lanciato da un'aereo nel corso del II conflitto mondiale è stata rinvenuto in un terreno agricolo della via Nettunense

Immagine di repertorio

Una bomba di 250 chili dotata di spoletta. Questo quanto trovato in un terreno agricolo sulla via Nettunense, nella zona di Campoleone, fra le province di Roma e Latina, nel Comune di Lanuvio. Rinvenuta lo scorso mese di agosto in un'area poco distante dalla stazione ferroviaria, le prefetture della Capitale e del capoluogo pontino stanno organizzando le operazioni di rimozione dell'ordigno bellico sganciato da un'aereo nel corso della II Guerra Mondiale. 

Evacuazione causa bomba a Campoleone 

Come informa il Comune di Lanuvio, le autorità preposte hanno disposto un preventivo censimento della popolazione interessata allo sgombero della zona dove è stata trovata la bomba da 500 libre, pertanto sono in atto da parte di personale della Polizia Locale coadiuvato dalla Protezione Civile le relative operazioni. Secondo le prime stime dovrebbero essere circa 6mila i residenti interessati dall'evacuazione.

Bomba delle II Guera Mondiale a Campoleone

Secondo quanto si apprende le operazioni di disinnesco dovrebbero avvenire una domenica del prossimo mese di ottobre (il 14 o il 21) e verranno messe in atto dal 21° Reggimento Genio Guastatori dell'Esercito Italiano di stanza a Caserta.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento