menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Blocco del traffico a Roma domenica 10 aprile

L'ultima delle giornate antismog all'interno della Ztl Fascia Verde. Tutte le informazioni

Immagine di repertorio

Domenica ecologica nella Capitale il 10 aprile con il Campidoglio che ha disposto il blocco del traffico nella fascia verde. Dopo lo stop alla circolazione che ha aperto i week end di gennaio e febbraio, dove la cappa di smog e le polveri sottili sono aumentate a causa della mancate pioggie, su disposizione del Commissario Staordinario Francesco Paolo Tronca, l'amministrazione capitolina ha previsto un nuovo blocco della circolazione veicolare all'interno della  ZTL "Fascia Verde".

Come spiega in una nota il Campidoglio, "Lo stop riguarderà tutti i veicoli sino alla categoria Euro 5, dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Potranno circolare le categorie di veicoli meno inquinanti: metano, gpl, ibride, Euro 6 e ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e motocicli quattro tempi Euro 3. L'Amministrazione, al fine di agevolare la mobilità collettiva, ha dato indicazione ad ATAC di rafforzare il servizio, intensificando il numero di corse di bus e metro rispetto ad una normale domenica.

Si ricorda che è necessario adottare in via cautelare i provvedimenti di divieto della circolazione dei mezzi ad uso privato - previsti dal piano per il risanamento della qualità dell'aria  adottato dalla della Regione Lazio - al fine di salvaguardare il bene primario della salute dei cittadini, tenendo in evidente considerazione il fatto che i soggetti particolarmente a rischio per l'esposizione ad alte concentrazioni di polveri inalabili (PM10) e di biossido di azoto (NO2), sono bambini, donne in gravidanza, persone anziane, cardiopatici e, più in generale, soggetti con patologie respiratorie, nonché coloro che sono soggetti a prolungate esposizioni.

Potrebbe interessarti

Commenti (3)

  • Moira..ma loro sono extracomunitari,posso fare come meglio credono..Intensificare le corse di autobus..perfetto perchè quelli non inquinano?AZZZ..CHE BELLA TROVATA..

  • E i fumi tossici degli zingari quando li eliminiamo??!

    • Mai, quelli sono esenti da blocchi. La cosa ancora più ridicola comunque sono gli entusiasmi degli ecolofinti di fronte a queste buffonate domenicali e il silenzio più totale degli stessi quando si parla di parchi naturali invasi dagli zingari, dai loro rifiuti o dai loro fumi tossici. Pietoso.....

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

  • Cronaca

    Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

  • Cronaca

    Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

  • Cronaca

    Magliana: donna trovata morta semi carbonizzata vicino ad un'auto

Torna su