homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ancora smog a Roma: blocco del traffico anche domenica

Il Campidoglio dispone il provvedimento per il secondo giorno consecutivo nella Fascia Verde dalle 7:30 alle 20:30

Dopo sabato anche domenica. A causa del persistere dell'alta concentrazione di agenti inquinanti nell'atmosfera rilevata dalla rete di monitoraggio, il Campidoglio ha disposto per la giornata di domenica 24 gennaio, il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti all'interno della Fascia Verde, dalle 7.30 alle 20.30.

Lo stop riguarderà gli autoveicoli a benzina Euro 0, Euro 1; autoveicoli diesel Euro 0, Euro 1 e Euro 2; ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi Euro 0 e Euro 1 (comprese microcar diesel Euro 0 e Euro 1).

È stato, inoltre, disposto che sull'intero territorio comunale la temperatura per il riscaldamento di case e uffici non superi il valore massimo di 18 gradi (ad eccezione di ospedali, cliniche, scuole e assimilabili).

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Senza lasciarsi andare a commenti del tipo " ma io pago l'assicurazione ed il bollo per tutto l'anno" possibile che ancora si faccia uso di questi rimedi palliativi? Perché non iniziare ad incentivare, a costo zero per l'utente, la sostituzione e l'uso di dispositivi ad impatto ridotto? Mi vengono in mente caldaie abitative di oltre 60 anni, mezzi pubblici con scarsa manutenzione degli anni 90, mezzi ministeriali e CD messi a disposizione aumentando il parco auto di mezzi impattanti (ed il numero non è così ridotto come si possa pesare). La lista delle cose può diventare piuttosto lunga, ma se interessa più ricavare introiti dalle accise piuttosto che migliorare la qualità di vita, di che vogliamo parlare?

  • non si risolve niente non è questo che serve

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Albano, incendio discarica Roncigliano: rischio disastro ambientale

  • Politica

    Caos piani di zona, lettere di diffida per il Comune. I proprietari: "Tutto fermo, è un dramma"

  • Ostia

    Ostia, ordine di demolizione per il Capitol: 250 posti di lavoro a rischio

  • Politica

    Caldo, al via il piano regionale: in campo 5mila medici di famiglia 

I più letti della settimana

  • Incidente su A1, scontro tra tir: chiuso tratto tra Valmontone e Anagni

  • Stuprano donna al settimo mese di gravidanza in una scuola, arrestati

  • Travolge scooter con l'auto e scappa a piedi: morti due fidanzati a Santa Severa

  • Incidente a Lecce per una famiglia di romani: gravi padre e bimbo di due anni

  • Donna nuda fa il bagno alla fontanella di largo di Torre Argentina

  • Omicidio a Velletri: killer uccide pizzaiolo fuori dal suo locale

Torna su
RomaToday è in caricamento