Spaccio in una villa di via del Quadraro: in manette due Casamonica

Nella struttura veniva gestito lo spaccio delle stazioni Casilina – Torricola – Capannelle. Arrestati Luciano Casamonica e Annunziata Spada. La donna, al momento dell'irruzione, ha accusato un malore

Altro colpo per il clan dei Casamonica. Dopo il blitz dello scorso 29 gennaio, in cui sono finiti in manette 14 persone legate alla famiglia di origini abbruzzesi, oggi gli agenti della polizia ferroviaria del Lazio hanno arrestato altri due esponenti della famiglia. L'arresto è avvenuto a seguito di un blitz all'interno di una lussuosa villa in via del Quadraro.

L'operazione, condotta dalla squadra di polizia giudiziaria diretta da Massimo Bruno è partita da una serie di segnalazioni, che  denunciavano un viavai sospetto di tossicodipendenti nel triangolo tra le stazioni Casilina, Torricola e Capannelle.

Il cerchio si è stretto ieri. Dopo giorni di appostamenti e pedinamenti è stato fermato verso le 14 un pregiudicato 40enne. Questi però non ha voluto collaborare con i poliziotti, ingoiando, una volta scoperto le dosi di droga che gestiva. L'uomo è stato denunciato per favoreggiamento. Si trattava però solo dell'inizio dell'operazione che due ore dopo ha portato all'irruzione alla villa di via del Quadraro al Casilino.

Qui sono stati arrestati Luciano Casamonica, di 52 anni e sua moglie Annunziata Spada, 55enne. Quest'ultima al momento dell'arresto ha accusato un malore, ma portata al più vicino ospedale è risultata perfettamente sana.

A seguito di una perquisizione sono stati trovati 80 grammi di cocaina e 530 grammi di sostanza da taglio, oltre a circa 500 euro, probabile provento delle vendite della mezza giornata. Un'attività redditizia: l'interno della villa è stato definito dagli agenti "principesco anche se un pò pacchiano".

Attorno alla villa, vigilata giorno e notte da vedette, anche parecchie auto di lusso. I consumatori di droga, secondo la Polfer arrivavano nelle stazioni in treno, e dopo essersi riforniti nell'abitazione, tornavano negli scali per consumarvi la dose: tra essi parecchi giovani della cosiddetta Roma bene.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

Torna su
RomaToday è in caricamento