San Pietro: blatte, escrementi e alimenti scaduti. Chiuso ristorante da incubo

Le gravi condizioni igienico-sanitarie riscontrate dagli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale che hanno poi apposto i sigilli al locale

Il ristorante chiuso dalla Polizia Locale a San Pietro

Blatte, escrementi, alimenti scaduti: è quello che si sono trovati di fronte gli agenti del GSSU ( Gruppo Sicurezza Sociale Urbana) della Polizia Locale di Roma Capitale, intervenuti nel pomeriggio digiovedì 4 aprile in un ristorante in zona San Pietro. 

I controlli sono scattati immediatamente dopo la segnalazione ricevuta da parte di alcuni ragazzi che avevano appena mangiato nel locale. La pattuglia, raccolte le testimonianze,  ha svolto subito per le necessarie verifiche, durante le quali sono state riscontrate pessime condizioni igienico-sanitarie nei vari ambienti e nella cucina: insetti, sporcizia diffusa, alimenti conservati in maniera non idonea o scaduti e presenza di muffe. 

Richiesto l'intervento della ASL di zona, che ha disposto l'immediata chiusura e sequestro penale dell'attività di ristorazione. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative per varie irregolarità, riguardanti l'autorizzazione sanitaria, la licenza, la superficie di somministrazione, l'occupazione di suolo pubblico e le insegne pubblicitarie.  
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento