Bimbo morto all'asilo nido: Procura indaga per omicidio colposo

Il Procuratore aggiunto Nunzia D'Elia ha disposto l'autopsia per fare piena luce sulla tragedia

Immagine di repertorio

La Procura di Roma indaga per omicidio colposo in relazione alla morte del bambino di nove mesi avvenuta martedì 28 maggio in un asilo nido in zona Villa Lais. Il bimbo sarebbe morto nel sonno e tutto farebbe propendere per l'ipotesi di una morte naturale ma il Procuratore aggiunto Nunzia D'Elia ha deciso comunque di aprire un fascicolo contro ignoti.

La Procura di Roma ha inoltre disposto l'autopsia sul corpo per fare pienamente luce su una tragedia che ha profondamente scosso i genitori del bimbo, i quali non hanno ancora presentato denuncia.   

La tragedia si era consumata lo scorso martedì quando il piccolo, nato nell'agosto 2018, venne trovato privo di vita nell'asilo del VII Municipo Tuscolano. A fare la scoperta le maestre mentre il piccolo stava dormendo. Al momento di svegliarlo per la pappa, una delle educatrici ha notato le labbra scure del piccolo che già in quel momento non respirava.

Secondo i primi accertamenti svolti dal medico, il piccolo, che non ha reagito alle manovre di rianimazione, aveva le labbra viola al momento dei soccorsi. In base a quanto riferito dal medico, il decesso potrebbe essere sopravvenuto 'per cause naturali'. Il bimbo, a detta dei genitori, non soffriva di alcuna patologia. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento