Bimbi picchiati e maltrattati in un asilo dei Castelli Romani, arrestate tre maestre

Agli arresti domiciliari anche una collaboratrice scolastica. Le quattro sono ritenute responsabili di maltrattamenti di minori

In manette sono finite tre maestre ed una collaboratrice scolastica

Percosse, insulti, strattonamenti, umiliazioni. Vittime dei bimbi di un asilo dei Castelli Romani. A perpetrare le violenze tre maestre ed una collaboratrice scolastica a cui, al termine di una delicata attività d’indagine coordinata dalla locale Procura di Velletri, i Carabinieri della Compagnia veliterna hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare con sottoposizione agli arresti domiciliari.

Le quattro, di età compresa tra i 55 ed i 65 anni, sono ritenute responsabili di maltrattamenti di minori all’interno di un asilo ad Ariccia, in provincia di Roma.

Gli accertamenti eseguiti dai Carabinieri, mediante intercettazioni ambientali e riprese video delegate dall’Autorità Giudiziaria, hanno permesso di constatare diversi episodi di violenza che le quattro arrestate compivano, quotidianamente, nei confronti di diversi bambini.

VIDEO | Botte ed insulti ai bimbi dell'asilo: le immagini choc 

Episodi quali strattonamenti, colpi alla testa ed espressioni verbali spregiative che causavano, nei piccoli, sofferenze, umiliazioni e continui disagi, incompatibili con le normali condizioni di svolgimento dell’attività scolastica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel provvedimento giudiziario notificato questa mattina dai Carabinieri della Compagnia di Velletri, il Giudice per le Indagini Preliminari, concordando con le richieste del Pubblico Ministero, descrive un grave quadro indiziario nei confronti delle quattro donne, ritenute responsabili di condotte di “sopraffazione sistematica” perpetrate nella loro attività lavorativa in danno di minori di età compresa tra i 3 ed i 5 anni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento