Rubati giochi a bambina malata di leucemia, il papà di Elisa scrive ai ladri

Papà Fabio si rivolge ai topi d'auto: "Mettetevi una mano sulla coscienza"

Il finestrino frantumato in mille pezzi, come il cuore di papà Fabio. Qualcuno, in via Sabbotino nel quartiere Prati di Roma, è entrato nella sua auto rubando i giocattoli della figlia, la piccola Elisa malata da tempo di leucemia.

La storia della bambina di 5 anni è divenuta, in poco tempo, virale anche grazie a chi ha condiviso sui social la vicenda e il post di papà Fabio diretto proprio a chi aveva appena commesso il furto, nella notte tra il 6 e il 7 ottobre. 

"Grazie grazie infinitamente alle carissima o carissime persone che questa notte mi hanno sfasciato il vetro della macchina, rubandomi i giocattoli di Elisa, bambina di cinque anni che lotta tra la vita e la morte da tre anni con una leucemia gravissima (lo so i ladri questo non lo potevano sapere)...". E' l'amarezza del padre che in un post su Facebook condivide le fotografie dell'auto con il finestrino rotto.

"Per cortesia vi chiedo di condividere il più possibile nella speranza non di recuperare niente ma per fare in modo che chi è stato almeno sappia a chi è stato fatto il danno... E forse si metta una mano sulla coscienza.... Non per il valore economico, ma strettamente simbolico affettivo..." scrive ancora nel post il papà di Elisa. La bambina è a Roma in attesa di un trapianto di midollo osseo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento