Genzano: la bimba picchiata dal compagno della madre sta meglio. "Respira da sola"

Federico Zeoli, arrestato per tentato omicidio dopo aver picchiato la piccola, aveva postato su facebook una foto in cui è ritratto sorridente con le due bimbe gemelle di due anni

La bambina di 22 mesi di Genzano sta meglio, è in lento miglioramento. A comunicarlo sono i medici dell'ospedale Bambino Gesù dove è ancora ricoverata nel reparto di rianimazione. "I parametri cardio-respiratori sono stabili. La bambina è stata estubata, è cosciente e ha ripreso l'attività respiratoria spontanea. La prognosi rimane riservata", fanno sapere i medici. 

La piccola era stata portata in ospedale dalla mamma di 23 anni, nella serata di mercoledì 14 febbraio. I medici le hanno trovato segni di graffi, morsi, diverse ferite sul corpo, e un ematoma cerebrale. 

La 23enne ha successivamente aggiunto agli investigatori che la piccola era stata picchiata dal suo nuovo compagno, Federico Zeoli

Lui, 25enne molisano, è stato quindi interrogato dagli agenti del commissariato di Genzano e, secondo quanto emerso, avrebbe picchiato la bimba perché piangeva troppo forte

Per questo, dopo gli accertamenti, il giovane è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio e trasferito nel carcere di Velletri. Secondo quanto riportano fonti della Questura, Zeoli ha precedenti di polizia per stalking e lesioni, ed alcune escoriazioni trovate sul corpo della bambina non sarebbero recenti tanto che le indagini stanno proseguendo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda andata in scena a Genzano riporta alla mente la tragica morte di Giuseppe, il bambino di 7 anni morto a Cardito solo poche settimane fa, per le botte ricevute. Anche in quel caso l'autore delle violenze fu il compagno della madre che si accanì su di lui e sulla sorellina. A finire in manette il 24enne Tony Essobdi Bedra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento