Residenti ritrovano bici rubate a bimbi disabili: la storia di Giorgio e Riccardo è la più bella sorpresa di Pasqua

Dopo settimane di ricerche due residenti hanno riconosciuto le bici rubate e le hanno recuperate. Oggi le famiglie di Corviale e Ponte di Nona di sono unite

Una storia a lieto fine. Anzi due. Quella di due bambini speciali. Giorgio, 8 anni affetto da distrofia muscolare di Duchenne, una malattia degenerativa caratterizzata da atrofia e debolezza muscolare a progressione rapida, di Ponte Nona. Riccardo, 11 anni, anche lui affetto da disabilità. Due nomi di fantasia che raccontano una storia vera, unica.

Il primo di Ponte di Nona, l'altro di Corviale. Li dividono una quarantina di chilometri, li unisce l'affetto di chi ha letto le loro storie, il senso di comunità di chi ha aiutato le loro famiglie e due uomini, uno residente a Corviale, l'altro nella zona di Monte Delle Capre.

Sono loro che hanno ritrovato, venerdì Santo, in via della Casetta Mattei le due biciclette "speciali" rubate ai bambini disabili: la più bella sorpresa di Pasqua.

Tutto inizia a fine febbraio. Maria Rosaria, mamma di Giorgio, lancia un appello sui social: nella notte tra sabato 23 e domenica 24 febbraio, un box viene saccheggiato, vengono rubati attrezzi da lavoro e una bicicletta "speciale", quella di suo figlio di 8 anni.

Il tam tam sul web è immediato. Raccontiamo la vicenda, il quartiere si mobilita, tanti contattano Maria Rosaria e anche la Polizia Locale attiva una raccolta fondi. La bici, però, non si trova. Nel frattempo i giorni passano ed a Corviale succede un fatto analogo. 

Lo scorso sabato 9 aprile qualcuno entra nell'androne di una palazzina, trafuga nel sottoscala e ruba la bici con il cestino di Riccardo. Anche il papà del bambino di 11 ha scelto RomaToday per raccontare la loro storia. E così, pure in quel caso, la notizia si diffonde nel quartiere. In tanti partecipano alle ricerche, qualcuno contatta la famiglia del piccolo proponendo un aiuto economico. 

Giorgio e Riccardo, però, restano senza quella compagna a tre ruote che permetteva loro di vivere il quartiere e scorrazzare tra i palazzi della periferia di Roma.

Nessuno, in questi giorni, ha mai smesso di cercare le bici "speciali" di Riccardo e Giorgio che, venerdì Santo, sono state ritrovate. Ad intercettarle, in via della Casetta Mattei, due uomini, uno residente a Corviale, l'altro nella zona di Monte Delle Capre. Hanno riconosciuto prima la bici di Riccardo dalla foto pubblicata nel nostro articolo, la teneva uno straniero che, alla vista dei due, ha mollato la tre ruote, fuggendo via. 

Bici riccardo-2

Poco più tardi anche quella di Giorgio, anche questa grazie alle immagine viste. Una sorpresa, speciale, per la Pasqua di due bambini speciali

"Non ci aspettavamo un affetto così spontaneo, puro. Siamo commossi. - racconta il papà di Riccardo al nostro portale - Vogliamo ringraziare voi di RomaToday, chi non ci ha mai fatto sentire soli, chi vive a Corviale, le due persone che hanno ritrovato la bici, chi l'ha cercata e chi si è proposto di ricomprarla. La bicicletta è mal messa, servirà metterci mano ma non conta".  

Gioia che trapela anche dalle parole di Maria Rosaria: "Io e mio marito ci teniamo a ringraziare pubblicamente chi ci ha permesso di ritrovare la bici, in primis il papà di Riccardo e la sua famiglia, poi tutta la gente del quartiere. Come più volte abbiamo detto e ribadito bisogna continuare a credere nei sogni e nella solidarietà. Riccardo, Giorgio e la loro storia hanno unito il quartiere, è la più bella sorpresa di Pasqua".

Bici Giorgio-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento