Rapina e minaccia barista al Tufello, poi torna nel locale e lo picchia

Le intimidazioni da parte di un 42enne. Il malvivente incastrato dalle immagini di videosorveglianza dell'esercizio commerciale

La rapina dello scorso giugno al bar del Tufello

Sta zitto", "Te devi sbrigà", "sai chi sono me dovete portà rispetto…." ed ancora "…non sapete chi sono io dovete sparire dal Tufello". Così un uomo romano di 42 anni ha minacciato il titolare di un bar prima di rapinarlo del denaro. L'episodio risale allo scorso mese di giugno.

Qui il malvivente, entrato nel bar del popoloso e popolare quartiere del III Municipio Montesacro, ha preso a schiaffi il proprietario pretendendo da lui 10 euro necessari per comprare tre bombolette di vernice spray. Poi, dopo averle acquistate, è tornato nell’esercizio commerciale e gli ha sferrato un altro pugno in faccia.

Non si è fatto scrupoli di alcun genere, il 42enne ha aggredito e minacciato, in diversi episodi, non il solo il figlio, gestore del bar insieme alla madre, ma anche il padre cardiopatico, provocandone il ricovero in ospedale.

VIDEO | "Me devi portà rispetto", le immagini della rapina al bar 

Per non parlare di un’altra aggressione, nel corso di un alterco nato per la richiesta di soldi per comprare le sigarette; qui la vittima ha riportato la frattura di alcune costole.

Madre e figlio hanno tollerato per mesi il 42enne, intimiditi probabilmente dalle sue continue minacce.  Nell’ottobre scorso hanno chiesto aiuto agli agenti della Polizia di Stato del commissariato Fidene che hanno immediatamente avviato una intensa attività investigativa.

L’emissione della ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del Giudice delle Indagini Preliminari, grazie alle risultanze investigative e alla richiesta fatta dal Pubblico Ministero, ha permesso infine agli investigatori di notificare il provvedimento a carico del 42enne romano che è finito in carcere con l’accusa di rapina aggravata, lesioni personali e minacce.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • questo animale pretende rispetto perchè è un criminale. in un paese normale verrebbe preso, riempito di botte e buttato in una fetida cella, come quelle delle galere peruviane. ma siamo in italia dove troverà avvocato e giudici che saranno magnanimi con lui

Notizie di oggi

  • Politica

    Città dell'Altra Economia, il Campidoglio prepara il bando: nel futuro spazio ai maker

  • Cronaca

    Così Carlos ha violentato un'anziana nella casa di riposo. Ed ora si temono altri casi

  • Cronaca

    Largo Preneste, batte la testa in terra dopo la lite: il pittore Umberto Ranieri in fin di vita al Vannini

  • Ostia

    Ostia: Campidoglio piglia tutto, al M5S romano la gestione delle spiagge. "Presidente del X Municipio si dimetta"

I più letti della settimana

  • Sciopero degli studenti per il clima: il 15 marzo in piazza per Friday for Future

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

  • Tragedia ad Ardea: bambino di 2 mesi trovato morto in casa, si cerca la madre

Torna su
RomaToday è in caricamento