menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Minicrociere con barca e skipper, ma erano abusivi: multa da 9mila euro

L'attività di indagine conclisa dagli uomini della Guardia di Finanza di Civitavecchia. Il comandante dell'imbarcazione privo dei requisiti

Barca e skipper a noleggio per minicrociere sul litorale pontino ma attraverso un'attività illegale. A portare a termine l’indagine nei confronti di una unità da diporto di fatto utilizzata illegalmente per l’attività di noleggio e che impiegava uno skipper senza titoli e senza un regolare contratto, i militari della sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Gaeta.

MINICROCIERE - L’attività di indagine nei confronti del proprietario della imbarcazione italiana è durata diversi mesi, facendo emergere che, durante il periodo estivo, l’unità stessa veniva noleggiata, con lo skipper, a persone che, previo pagamento del corrisdpettivo pattuito, potevano godere di una mini-crociera lungo il litorale pontino. 

LE MULTE - Sono state contestate al rappresentante legale della società armatrice pesanti sanzioni di oltre 9.000 euro per le diverse violazioni riscontrate relative al codice della nautica da diporto e in materia di lavoro irregolare. Al conduttore è stata elevata una sanzione amministrativa da 2.066 a 8.263 euro per violazione del decreto legislativo 171/2005 (codice della nautica da diporto), per aver svolto le mansioni di skipper pur non essendo in possesso di alcun titolo professionale. 

ACCERTAMENTI SULLA COSTA LAZIALE - Gli uomini del Reparto Operativo Aeronavale di Civitavecchia proseguono su tutta la costa laziale gli accertamenti per verificare eventuali altre unità impiegate in modo abusivo. Si tratta di controlli tesi a reprimere le violazioni di carattere fiscale ma ovviamente sono tese anche a garantire la sicurezza in mare degli utilizzatori finali del bene, atteso che per la conduzione non è sufficiente la sola patente nautica. Infatti la normativa vigente impone qualifiche professionali accertate e determinati certificati di sicurezza attestanti l’idoneità dell’unità alnoleggio.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Sara Di Pietrantonio, il fidanzato confessa: "L'ho uccisa io. Poi sono tornato a lavoro"

    • Cronaca

      Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

    • Cronaca

      Magliana: donna trovata morta semi carbonizzata vicino ad un'auto

    • Cronaca

      Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

    Torna su