Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Donna abbandona il figlio di un anno a Termini e scappa via in treno

A rintracciarla alla stazione di Bologna gli agenti della Polfer. La donna era in compagnia della figlia di 3 anni, affidata poi ad una comunità per minori

 

E' stata arrestata per abbandono di minori dopo aver lasciato il figlio di 1 anno in una carrozzina nella zona della stazione Termini. A finire in manette una donna italiana di 25 anni, trovata dalla polizia assieme all'altra figlia, di tre anni, alla stazione di Bologna. 

La ricerca della giovane mamma era cominciata intorno alle 17:00 di giovedì 27 febbraio quando un passante ha visto una carrozzina incustodita con all'interno un bimbo di 1 anno in via Principe Amedeo, angolo via Carlo Cattaneo a due passi dalla stazione Termini.

Sul posto sono quindi intervenuti gli agenti del commissariato Esquilino, diretto da Stefania D'Andrea, con i poliziotti che hanno quindi proceduto al sequestro del passeggino e degli effetti personali lasciati dalla madre, sui quali sono stati effettuati rilievi di polizia scientifica.

Sono quindi scattate le ricerche e, da un controllo delle videocamere presenti nei negozi adiacenti, è stata accertata la ripresa di una donna con giaccone scuro e cappuccio alzato, in compagnia di altro minore, che abbandonava la carrozzina e si allontanava repentinamente.

Nella stessa giornata è stato postato un video dell’accaduto e la notizia ha assunto eco mediatico tanto che in serata, giungeva al commissariato  la telefonata di una psicologa di un Centro di Accoglienza di Roma la quale, dopo aver appreso la notizia dai mass media, riferiva di avere forti sospetti che la donna responsabile dell'abbandono potesse essere una 25enne originaria di Gallarate e domiciliata presso il Centro in questione.

Gli investigatori immediatamente effettuavano ulteriori accertamenti all'interno del centro dove l'educatore confermava che il bambino abbandonato era effettivamente il figlio di della giovane, fornendo altresì l'utenza telefonica della stessa donna.

Nel volgere di breve la Polizia di Stato riesce ad identificare la donna, risultata essera una cittadina italiana di 25 anni ospite presso una casa famiglia. La giovane viene contattata telefonicamente dall'assistente sociale e gli riferisce di essere in viaggio per tornare a Roma. Una rassicurazione non veritiera però, con gli investigatori che localizzano attraverso le celle telefoniche la mamma nella zona di Firenze, su un treno intercity Roma-Firenze-Bologna-Tarvisio assieme all'altra figlia, una bimba di 3 anni.

Arrivato il treno a Bologna alla stazione la donna viene fermata dagli agenti della Polizia Ferroviaria con l'Autorità Giudiziaria che ne ha poi disposto l'arresto per abbandono di minori. Affidata l'altra figlia ad una comunità, la 25enne non ha saputo fornire spiegazioni su cosa l'abbia portata ad abbandonare il figlio di 1 anno.

Nessun problema invece per il piccolo, preso in cura dal personale paramedico e portato all'ospedale Bambino Gesù,  dove, in seguito ad accertamenti sanitari, è stato dichiarato in buone condizioni di salute.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento