Torpignattara, bimbi respirano gas di scarico: quattro intossicati 

Stavano giocando a pallone in un'abitazione al piano di via Alò Giovannoli. Il più grave, un bimbo di 10 anni è stato portato in codice rosso all'Umberto I

Quattro bambini sono rimasti intossicati mentre giocavano a pallone, nel quartiere di Torpignattara. E' successo in via Alò Giovannoli, la strada conosciuto per l'eterno cantiere di box auto. I piccoli sono rimasti intossicati a seguito di inalazioni di gas di scarico di un generatore di elettricità a carburante.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con tre ambulanze. Uno dei bimbi, 10 anni, il più grave, è stato trasportato d'urgenza all'Umberto I, in codice rosso. Due gemelli di sette in codice giallo. Un altro bambino di otto invece in codice giallo. Un altro bambino di otto anni è stato trasportato, invece, in codice giallo al Pertini. I bambini, del Bangladesh, stavano giocando a pallone in un'abitazione al piano terra dove era presente il generatore.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Picchetto antisfratto a San Basilio, idranti contro i manifestanti: caos sulla Tiburtina

    • Incidenti stradali

      Incidente mortale sulla Colombo, disabile investito e ucciso

    • Torrevecchia

      Municipio XIV, taglio delle ore Aec: continuano i disagi. E i presidi si uniscono alla protesta

    • Cronaca

      Termini, arrestato rapinatore seriale: era l'incubo dei turisti stranieri

    I più letti della settimana

    • Terremoto Roma, quattro scosse avvertite nella Capitale

    • Mangia un panino e muore a 10 anni, dramma alla Montagnola

    • Blocco traffico 22 gennaio, seconda domenica ecologica. Tutte le informazioni

    • Terremoto Roma, evacuate scuole a Roma e provincia

    • Terremoto Roma, l'esperto: "Sciame sismico in corso, legato agli episodi di agosto e ottobre"

    • San Camillo, scippata un'anziana: interviene in soccorso un pugile della Team Boxe

    Torna su
    RomaToday è in caricamento