Minacce ai negozianti e rapine in stazione: i 40 colpi della baby gang di Acilia. Anche i bambini tra le vittime

Tra gli arrestati anche una 17enne, l'unica ragazza del gruppo. Le indagini si sono avvalse delle immagini delle telecamere di sicurezza situate all'interno della stazione di Acilia

Almeno 40 colpi messi a segno tra furti e rapine. Ma anche comportamenti violenti, aggressioni e minacce di estorsioni. Non si fermavano davanti a nulla. A mettere fine alle loro scorribande gli agenti della Polizia di Ostia che hanno sgominato la baby gang della stazione di Acilia, nel quadrante sud di Roma. 

Nella mattinata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Lido hanno così eseguito tre misure cautelari in carcere minorile nonché due arresti in flagranza a carico di una banda di minorenni che operava prevalentemente nella stazione metro di Acilia e nel territorio circostante. 

Si tratta di tre romeni e un egiziano. Erano loro il nucleo di una banda che, da settembre, era di fatto l'incubo del quartiere di Acilia, del personale dell'Atac e degli utenti che arrivavano in stazione per prendere la Roma Lido. Tra loro anche una 17enne, l'unica donna del gruppo che, secondo i testimoni, era anche la più minacciosa con veri e propri comportamenti da boss

Il gruppo si era reso responsabile di oltre 40 episodi. Tra le vittime anche dei bambini. Ad uno hanno portato via lo zaino, glielo hanno svuotato sui binari del trenino. A un altro, accerchiato mentre andava a scuola, hanno strappato via la cartella. Nelle immagini delle telecamere di video sorveglianza si vede invece il tentativo di una giovane vittima di tentare di evitare un furto, senza però riuscirci.

baby gang acilia1-4

Non solo rapine e furti però. Nel bar all'interno della stazione, la baby gang, come si vede nel video, ha minacciato i gestori chiedendo soldi per scongiurare la distruzione con il fuoco del locale. All'esterno dello scalo della Roma Lido, invece, hanno aggredito un ambulante ribaltandogli il banchetto dopo il suo rifiuto di consegnargli il guadagno giornaliero.

Tra gli oltre 40 colpi anche il danneggiamento di una volante nella centralissima piazza Cavour. In un caso, quando sono stati portati in Commissariato, hanno aggredito anche i poliziotti tanto che un agente è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari.

A far partire le indagini è stata la denuncia di una ragazza aggredita sulla banchina riuscita a scattare delle foto con il cellulare al gruppo di giovani criminali. Investigazioni che si sono avvalse anche delle immagini delle telecamere di sicurezza situate all'interno della metro e degli esercizi pubblici dove avevano perpetrato i furti e dei riconoscimenti fotografici effettuati dalle vittime, integrate da servizi di appostamento e pedinamento.

Tutti i soggetti sono stati individuati, ma le misure cautelari eseguite riguardano lo "zoccolo duro" della baby gang della stazione di Acilia. Gli stessi si avvalevano della collaborazione di altri giovanissimi  che provenivano da varie zone di Roma e per i quali sono scattate le denunce. 

 baby gang acilia2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Roma Fiumicino: è una 20enne di Ostia la vittima

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento