Troppe persone sull'autobus e l'autista chiama i vigili: passeggeri costretti a scendere

A raccontare i fatti a RomaToday una passeggera che era presente sul bus 708: "Così non è tollerabile, rischio di perdere il lavoro con questi ritardi che non dipendono da me"

Più persone sull'autobus rispetto al consentito e così l'autista Atac, invece di proseguire la corsa, ha arrestato la marcia del bus 708 all'altezza della fermata Tupini e chiesto aiuto ad una pattuglia del Gruppo Pronto Intervento Traffico della Polizia Locale di Roma Capitale, di passaggio in zona, per far scendere i passeggeri. 

E' successo nella mattinata dell'8 maggio, poco dopo le 8 del mattino. A raccontare i fatti a RomaToday, confermati dalla Polizia Locale, è la signora Marcy, testimone della scena residente a Mentana.

"Eravamo in viale America, in circa trenta sull'autobus. Prima l'autista ha fermato il mezzo dicendo di far scendere 5 persone, poi visto che nessuno voleva farlo perché già l'attesa per il 708 era stata tanta, sono intervenuti i vigili facendoci scendere tutti sottolineando che sarebbe arrivato subito un nuovo bus. Abbiamo protestato facendo presente che i mezzi che sarebbero arrivati solamente autobus pieni in quella fermata. Così non è tollerabile, rischio di perdere il lavoro con questi ritardi che non dipendono da me", racconta la testimone. 

Come prescritto dall'ordinanza della Fase 2, il bus se pieno può saltare la fermata e si fermerà solo se chi è a bordo chiederà la discesa. Questa volta, però, qualcosa è andato storto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E che i mezzi siano già sovraffollati lo denunciano anche i sindacati Orsa Tpl e USB Lavoro Privato che lanciano l'allarme: "Questa ordinanza mette a repentaglio salute e sicurezza". Non solo. I sindacati denunciano anche la carenza di controlli relativi al rispetto delle misure di contenimento e prevenzione, dai contingentamenti all'utilizzo di dispositivi di protezione da parte dell’utenza. "Un nodo irrisolto che abbiamo sollevato già prima dell'inizio della fase 2"Da qui l'apertura della procedura per lo sciopero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento