Atac, la protesta 'spontanea' degli autisti blocca il tram sulla Prenestina

Un sit-in senza sigle sindacali ha manifestato per circa due ore all'altezza della sede dell'azienda. I lavoratori: "Non paghiamo colpe altrui"

A pagare “colpe altrui” non ci stanno. Così, di fronte all'allarme 'conti in rosso' dell'azienda capitolina, autisti e operai dell'Atac sono scesi in strada a protestare bloccando per circa due ore, a partire dall'una e mezza circa, i binari del tram sulla Prenestina, proprio davanti alla sede principale della municipalizzata. Forti ritardi, quindi, sulle linee del tram 5, 14, 19.

Un sit-in spontaneo, non uno sciopero. Senza sigle sindacali, bandiere, striscioni o cartelli a 'etichettare' il mini corteo che ha sfilato sulla consolare romana al grido di “l'unica bandiera è la mia divisa”. Tra le motivazioni, anche il “mancato pagamento del premio di produzione” racconta uno dei presenti.

VIDEO - I LAVORATORI IN CORO: VI BLOCCHIAMO TUTTA ROMA

Di quel che ha spiegato martedì l'assessore alla Mobilità, Guido Improta, ne sono consapevoli anche i lavoratori: “Mancano autisti e i mezzi sono vecchi” spiega Walter Sforzini del sindacato di base Usb. Anche se lo 'spostamento' degli amministrativi ventilato mezzo stampa nei giorni scorsi convince poco dal momento che “quando un lavoratore firma un contratto con delle mansioni è difficilmente 'riconvertibile'”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO - GLI UTENTI GIU' DAL TRAM PER SODALIZZARE CON I LAVORATORI

Secondo un calcolo del sindacato, “mancano tra gli 800 e i 1000 autisti” rispetto ai poco meno di 6 mila che sono operativi oggi. A sollevare i dubbi dei lavoratori anche il riferimento dell'assessore Improta alla “crescita anomala di assenteismo per malattie e permessi” a agli “indicatori di produttività aziendale peggiorati”. La paura è che si voglia “deregolamentare la turnazione, aumentando gli orari se servizio giornalieri, e al tempo stesso disincentivare la malattia, senza considerare che il nostro è un lavoro usurante, a stretto contatto con centinaia di persone ogni giorno, al caldo d'estate, al freddo l'inverno”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 19 nuovi contagiati: sono 3826 gli attuali positivi nel Lazio

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento