Fermato venditore abusivo, su di lui pendeva mandato di cattura

E' accaduto ieri pomeriggio in via di Casetta Mattei. L'abusivo ha cercato di allontanarsi alla vista degli agenti ma è stato bloccato e portato nel carcere di Rebibbia

E' stato arrestato a portato nel carcere di Rebibbia un ambulanta marocchino fermato, nel corso dei controlli sul commercio abusivo in zona Portuense, dalla Polizia Locale, GSSU ( Gruppo Sociale Sicurezza Urbana) e SPE ( Sicurezza Pubblica Emergenziale), congiuntamente al Gruppo territoriale.

L'uomo è stato fermato perché vendeva merce contraffatta e dai controlli è emerso come su di lui pendeva un mandato di cattura per reati specifici. E’ accaduto ieri pomeriggio in via di Casetta Mattei.

L’abusivo ha cercato di allontanarsi alla vista degli agenti, ma è stato prontamente bloccato e condotto per l’identificazione al centro di fotosegnalamento di Via Patini. Tradotto nel carcere di Rebibbia, dovrà scontare la pena per il reato di contraffazione.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Colli Aniene: si ribalta una gru, operaio 57enne muore schiacciato

    • Economia

      Da Alitalia nuovo colpo per l'occupazione di Fiumicino e Roma: 10.000 lavoratori a rischio

    • Politica

      Raggi visita Ostia: "Che eccellenza il Polo Natatorio! Ora giù il Lungomuro"

    • Politica

      Colosseo, contro il Parco archeologico i ricorsi sono due: al Tar anche i sindacati 

    I più letti della settimana

    • Castro Pretorio, 20enne trascinata dietro ai cassonetti e violentata da due uomini

    • Corso Trieste: albero crolla su auto parcheggiate

    • Maxi tamponamento sulla Flaminia: è morto uno dei feriti. Indagato l'ex calciatore Fiore

    • Scontro tra 2 tram in via Labicana: ferito lievemente un conducente

    • 25 aprile, tutte le manifestazioni per la Festa della Liberazione

    • "C'è un uomo con un fucile": scatta l'allarme ma era solo una scopa

    Torna su
    RomaToday è in caricamento