Il garage è la base dello spaccio: sequestrate 558 dosi di cocaina

In manette sono finiti due giovani che avevano organizzato un nascondiglio della droga in via Boito

Utilizzavano come base di spaccio un garage situato nel quartiere Africano di Roma, vicino ai Parioli. All'interno gli agenti della Polizia, hanno trovato 558 dosi di cocaina già confezionate, 150 euro suddivisi in banconote di piccolo taglio, un bilancino di precisione e del materiale utilizzato per il confezionamento.

I poliziotti hanno così messo in atto un servizio di pedinamento nei confronti di due giovani residenti nella zona di San Basilio e soliti frequentare la zona. In viale Somalia, i due ragazzi a bordo di un'auto di grossa cilindrata venivano più volte avvicinati da più persone che dopo un breve colloquiare si allontanavano.

Subito dopo gli agenti hanno notato la macchina allontanarsi e dirigersi all'interno di un box auto in via Boito, a questo punto gli investigatori, hanno deciso di controllare gli occupanti e procedere alla perquisizione.

All'interno del box su alcuni scaffali sono state rinvenute numerose dosi di cocaina già confezionate e pronte per essere vendute, un bilancino di precisione e, custodita all'interno di una cassaforte, un'agenda con annotati alcuni nomi di presumibili acquirenti. I due, entrambi romani di 25  e 24 anni, sono stati arrestati dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

201801213 PRENESTINO cocaina cassaforte-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento