Cassonetti in fiamme: arrestato piromane, era l'incubo dell'Esquilino

Gli ultimi episodi in via Germano Sommelier e via Carlo Felice

Era ormai diventato l'incubo dell'Esquilino, ma le telefonate dei residenti e le indagini della Polizia lo hanno inchiodato. Un 27enne nato in Francia è stato arrestato. In tasca aveva ancora due accendini. E' lui, secondo gli inquirenti, il piromane che negli ultimi giorni aveva dato alle fiamme diversi cassonetti. 

L'ultimo episodio verso le 3 di notte in via Germano Sommelier, strada che collega la zona di San Giovanni a Porta Maggiore. Sul posto i Vigili del Fuoco che hanno spento le fiamme che avevano interessato gli ombrelloni di un ristorante nonché tre cassonetti.

Proprio mentre erano in corso le operazioni di spegnimento, alcuni passanti hanno poi segnalato ai vigili un altro incendio di cassonetti, in atto nella vicina via Carlo Felice.

Dopo aver spento l'ennesimo incendio, i pompieri hanno notato un uomo che si stava avvicinando, con un accendino in mano, ad un cassonetto adibito alla raccolta della carta, sorprendendolo nel tentativo di appiccare il fuoco. Immediata è scattata la segnalazione alla sala operativa della Polizia di Stato ed in breve tempo una pattuglia del Commissariato Esquilino è giunta sul posto, bloccando il piromane. Il 27enne francese è stato condotto negli uffici del Commissariato Viminale arrestato per il reato di incendio doloso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento