Torna a casa ubriaco e punta coltello alla gola del figlio di 7 anni: arrestato padre violento

L'uomo ha opposto resistenza per evitare l'arresto colpendo i Carabinieri con calci e pugni

Ha minacciato il figlio di 7 anni con un coltello alla gola. I Carabinieri della Stazione di Nerola hanno arrestato un cittadino marocchino, 37enne, da tempo residente a Montorio e già noto alle forze dell'ordine, per maltrattamenti in famiglia e resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Allertati da una chiamata giunta al 112, i Carabinieri sono intervenuti nel centro storico, dove hanno soccorso la moglie e i due figli, rispettivamente di 7 e 6 anni. La donna e i due bambini, infatti, si erano allontanati dalla loro abitazione, dopo che il 37enne, rientrato a casa in stato di ubriachezza, aveva puntato un coltello da cucina alla gola del piccolo di 7 anni per poi desistere volontariamente.

Il violento è stato rintracciato dai Carabinieri nell'abitazione e ha opposto resistenza, con nma è stato comunque bloccato. L'arrestato è stato portato in carcere a Rebibbia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Tivoli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento