Torna a casa ubriaco e punta coltello alla gola del figlio di 7 anni: arrestato padre violento

L'uomo ha opposto resistenza per evitare l'arresto colpendo i Carabinieri con calci e pugni

Ha minacciato il figlio di 7 anni con un coltello alla gola. I Carabinieri della Stazione di Nerola hanno arrestato un cittadino marocchino, 37enne, da tempo residente a Montorio e già noto alle forze dell'ordine, per maltrattamenti in famiglia e resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Allertati da una chiamata giunta al 112, i Carabinieri sono intervenuti nel centro storico, dove hanno soccorso la moglie e i due figli, rispettivamente di 7 e 6 anni. La donna e i due bambini, infatti, si erano allontanati dalla loro abitazione, dopo che il 37enne, rientrato a casa in stato di ubriachezza, aveva puntato un coltello da cucina alla gola del piccolo di 7 anni per poi desistere volontariamente.

Il violento è stato rintracciato dai Carabinieri nell'abitazione e ha opposto resistenza, con nma è stato comunque bloccato. L'arrestato è stato portato in carcere a Rebibbia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Tivoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco traffico, a Roma vietati tutti i diesel anche mercoledì 15 e giovedì 16 gennaio

  • Blocco auto, a Roma martedì diesel vietati fino agli Euro 6: tutte le informazioni

  • Blocco traffico, a Roma diesel fino a Euro 6 vietati anche venerdì 17 gennaio

  • Blocco traffico, a Roma diesel vietati anche domani: smog ancora alle stelle

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Tragedia nella Metro B, accusa malore nella stazione Colosseo: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento