Maestro di tennis schiaffeggia i figli in strada: passanti chiamano aiuto, carabinieri sul posto

E' successo in via Somalia. Il 39enne, poi arrestato, in passato aveva perso la responsabilità genitoriale

Credit pixabay

Ha iniziato a strattonare e a colpire con schiaffi al volto i figli di 10 e 12 anni. E' successo in una traversa di viale Somalia. Una scena che non è passata inosservata alcuni passanti, tra cui un Generale dei Carabinieri in congedo, che hanno allertato le forze dell'ordine.

In breve tempo, una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma viale Libia ha raggiunto il punto indicato. Tenuto conto dello stato di salute dei bimbi, che a parte lo spavento non hanno riportato lesioni fisiche, sono scattati gli approfondimenti sul conto del papà, un istruttore di tennis di 39 anni con precedenti specifici.

Dal lavoro dei Carabinieri, infatti, è emerso che l'uomo era da tempo separato dalla moglie, e madre dei bimbi, proprio a causa di passati, e numerosi, episodi dello stesso tenore puntualmente denunciati dalla sua ex, che ha pagato in epoca recente con l'allontanamento dall’abitazione in cui vivevano insieme e con la perdita della responsabilità genitoriale.

Il 39enne, preso dalla voglia di rivedere i bambini, senza alcuna autorizzazione e all'insaputa dell’ex moglie, si è intrattenuto nei pressi dell'abitazione attendendo che i figli rientrassero da scuola per incontrarli.

I bambini, vista la situazione, hanno tentato di divincolarsi da quel papà che già in passato si era reso responsabile di brutti gesti nei loro confronti e della mamma, perciò hanno iniziato a urlare e il 39enne ha perso nuovamente il controllo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa volta la sfuriata con i piccoli ha portato l'uomo direttamente nel carcere di Regina Coeli, dove rimane a disposizione dell'Autorità Giudiziaria in attesa dell'udienza di convalida in cui dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

  • Coronavirus: a Roma 21 nuovi casi, 24 in totale nel Lazio. I dati Asl del 13 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento