Fiumicino: si finge passeggero per rubare bagagli, preso il Lupin dell'aeroporto

Il malvivente dopo aver sottratto con destrezza uno zaino dal carrello bagagli di un sacerdote proveniente dal Vietnam ha cercato di fuggire

Si fingeva passeggero in partenza dall'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino per rubare bagagli. L'ultimo colpo, però, gli è costato caro. In manette è così finito il Lupin dello scalo di Roma, un francese di 30 anni. 

Durante un pattugliamento all'interno del Terminal 3, i Finanzieri del Gruppo di Fiumicino si sono insospettiti dai movimenti repentini, ma circospetti di un uomo che si aggirava nei pressi dell’area informazioni. Proprio in quella zona il trentenne transalpino sceglieva la sua vittima, che nella circostanza era intenta ad organizzare l’ultima parte del suo viaggio ed era stata distratta da una telefonata.

Il video del furto

Il malvivente dopo aver sottratto con destrezza uno zaino dal carrello bagagli di un sacerdote proveniente dal Vietnam, cercava di dileguarsi velocemente tra la folla, ma veniva prontamente inseguito e raggiunto dai militari che lo bloccavano e lo traevano in arresto. Fermato, è stato posto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Civitavecchia.

Il ladro aveva scelto con molta cura il suo obiettivo, infatti lo zaino rubato conteneva due personal computer di ultima generazione, un tablet e denaro, per un valore complessivo di circa 7.000 euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento