Un debito di 200 euro dietro l'omicidio di Mentana: così è stato ucciso Mauro Ruggeri

Il 30enne è stato arrestato dai carabinieri. L'aggressione che ha poi determinato la morte del 54enne fuori dal Bar One, in via delle Molette

Due pugni in pieno volto, poi la caduta all'indietro e l'impatto violento con la testa contro l'asfalto. Questo quanto ha causato la morte di Mauro Ruggeri, il 54enne di Mentana trovato in fin di vita fuori da un bar di via delle Molette la notte del 30 marzo e poi deceduto in ospedale nel pomeriggio di venerdì. Ad ucciderlo un suo conoscente, Gionatan Mastrogiovanni, 30enne del luogo già conosciuto alle forze dell'ordine. Alla base dell'aggressione un debito di 200 euro, presimibilmente per droga, che la vittima doveva al giovane. 

Omicidio Mauro Ruggeri a Mentana 

Le violenze hanno preso corpo intorno all'1:30 della notte fra giovedì e venerdì. Mauro Ruggeri aveva da poco consegnato cornetti e prodotti di pasticceria al Bar One di via delle Molette, nel Comune della provincia nord est della Capitale. Oltre ad essere un addetto alla sicurezza ed alla vigilanza il 54enne da qualche tempo consegnava con un furgone bianco i cornetti ai bar della zona. Uscito dal locale ha trovato ad attenderlo Gionatan Mastrogiovanni, secondo gli investigatori a conoscenza degli orari dei giri notturni dell'uomo. Poi i pugni, la caduta e la fuga con il 30enne che si è da subito reso conto della gravità della situazione.

Arresto Gionatan Mastrogiovanni omicidio Ruggeri 

Lasciato in terra in una pozza di sangue sono stati gli avventori del bar One ad allertare i soccorritori. In condizioni gravissime Mauro Ruggeri è stato trasportato dall'ambulanza del 118 all'ospedale Sant'Andrea dove nel corso della mattinata è stata dichiarata la morte cerebrale, a cui ha fatto seguito intorno alle 16:00 la notizia ufficiale del decesso. In via delle Molette sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Mentana e quelli del Nucleo Radiomobile di Monterotondo. I militari dell'Arma hanno da subito individuato Gionatan Mastrogiovanni come possibile colpevole della morte di Ruggeri. Irreperibile sino alle prime ore dal pomeriggio è stato poi lo stesso 30enne, accompagnato dal suo legale, a presentarsi alla stazione dei carabinieri di Mentana. 

Via delle Molette 16 (foto google)-2

Gionatan Mastrogiovanni arrestato per omicidio 

Ascoltato dai carabinieri coordinati dal comandante della Compagnia di Monterotondo, Capitano Salvatore Ferraro, Gionatan Mastrogiovanni ha ammesso le proprie responsabilità. Movente dell'aggressione un debito di 200 euro, presumibilmente per della cocaina. Residente nella stessa Mentana, il 30enne è già conosciuto alle forze dell'ordine proprio per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Palestrato, l'uomo frequentava una palestra della zona dove si allenava in sport di contatto e pugilato.  Arrestato per omicidio, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Roma Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli. 

Morto Mauro Ruggeri

Mauro Ruggeri era molto conosciuto nella zona di Mentana, dove viveva con la sua famiglia. Morto all'ospedale Sant'Andrea la salma del 54enne è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziari nell'istituto di medicina legale del Policlinico Umberto I. Disposta l'autopsia al fine di accertare cosa abbia determinato la morte di Mauro Ruggeri, se i pugni al volto o la caduta rovinosa in terra. Separato dalla moglie, Mauro Ruggeri lascia tre figlie. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento