Gestiva i contatti con i narcos colombiani: arrestato latitante, si nascondeva a Velletri

Ad arrestarlo gli uomini della Squadra Mobile. Gianni Cerasoli era stato condannato a sei anni e tre mesi

Gianni Cerasoli, 60enne di Aprilia ricercato da tempo dopo essersi reso irreperibile in seguito a una condanna a sei anni e tre mesi per traffico di sostanze stupefacenti, è stato arrestato martedì 26 settembre. L'arrestato è scattato ieri da parte della squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Cisterna, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall'autorità giudiziaria come riporta LatinaToday

La condanna di Gianni Cerasoli è relativa a un "traffico di droga continuato e in concorso" con un'organizzazione criminale che operava tra gli anni '90 e il 2000 e che gestiva contatti diretti con i narcos colombiani. L'organizzazione era stata smantellata nel corso di diverse operazioni della polizia di Stato.

Dopo la sentenza definitiva Gianni Cerasoli era fuggito e solo grazie a un'intensa attività di indagine condotta dal commissariato di Cisterna l'uomo è stato individuato in un'abitazione di Velletri e catturato dopo lunghi servizi di appostamento e pedinamento dei suoi familiari. Dopo le formalità di rito il 60enne è stato trasferito nel carcere di Velletri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento