menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Operazione antidroga: fermati 10 pusher in diversi quartieri

I carabinieri passano al setaccio le zone del Casilino, Torpignattara, Pigneto, Centocelle e Magliana. Rinvenute centinaia di dosi già pronte per essere spacciate tra cocaina, eroina, hashish e marijuana

Ancora controlli antidroga da parte dei Carabinieri di Roma e ancora pusher in manette. Sono sei gli spacciatori ad essere stati arrestati nelle ultime ore, sorpresi a spacciare in diversi quartieri della Capitale. I militari dell’Arma hanno passato al setaccio i quartieri Casilino, Torpignattara, Pigneto, Centocelle e Magliana, arrestando complessivamente 10 pusher sorpresi nel pieno del loro business.

I PUSHER - A finire in manette sono stati 6 cittadini romani e 4 stranieri (1 cittadino marocchino, 1 nigeriano, 1 del Gambia ed uno senegalese). I 10, di età compresa tra i 18 ed i 39 anni, quasi tutti vecchie conoscenze delle Forze dell’ordine, sono stati trovati in possesso di centinaia di dosi di marijuana, hashish, eroina, e cocaina pronte per essere immerse nel mercato della droga. Denaro contante è stato rinvenuto nella disponibilità degli spacciatori, sequestrato dai Carabinieri, poiché ritenuto provento della loro attività illecita.  Numerosi i clienti dei pusher che sono stati identificati e segnalati al Prefetto di Roma quali assuntori. Per tutti gli arrestati l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arrestati saranno condotti presso le aule del Tribunale di piazzale Clodio per essere giudicati con il rito direttissimo.
 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    Torna su