"C'è zia, scappa": la vedetta non basta, arrestati pusher di Tor Bella Monaca

Tre giovani sono stati tratti in arresto al termine degli accertamenti per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

"C'è zia, scappa". Ma non si trattava della parente, ma della polizia. Il segnale in codice usato dalla vedette di Tor Bella Monaca, però, non è bastato. In manette sono così finiti, rispettivamente di 29, 23 e 30 anni, sono stati tratti in arresto al termine degli accertamenti per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

La compravendita avveniva, come spesso accade, in via dell'Archeologia. I tre avevano 20 grammi di eroina, alcuni grammi di cocaina, oltre ad un bilancino di precisione ed una somma di 180 euro quale probabile incasso dell'attività di spaccio.

Un altro arresto è stato effettuato sempre in via dell’Archeologia dai poliziotti dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. A finire in manette un giovane ragazzo 18enne, di nazionalità portoghese che stava spacciando sotto la luce del sole.

Bloccato dopo un breve inseguimento è stato trovato in possesso di 42 involucri contenenti cocaina ed una somma di denaro pari a 80 euro. Anche per lui il reato contestato è quello di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento