Arrestato per omicidio: i familiari non lo vogliono in casa, evade dai domiciliari e si consegna

L'uomo, lo scorso 30 aprile, era stato arrestato per l'omicidio del figliastro dopo una violenta lite

A aprile aveva ucciso con un coltello il figliastro Giuliano Lacopo di 56 anni (qui la notizia completa). Ora ha evaso i domiciliari ed è stato portato presso il carcere di Rebibbia. A.R., queste le iniziali dell'uomo di 80 anni, lo scorso 30 aprile era stato arrestato per omicidio. L'anziano, in quell'occasione, aveva ucciso con una coltellata il figliastro dopo una violenta lite nata per una bolletta non pagata.

Dopo quel fatto, in attesa del processo, l'80enne era stata portato ai domiciliari presso l'abitazione del figlio. Nel week end, però, li ha evasi e si è presentato presso la caserma dei Carabinieri di San Basilio chiedendo di essere portato in carcere perché nell'abitazione dove viveva, con il figlio e la sua famiglia, la situazione stava degenerando, poiché la sua presenza "non era più gradita".

"Una situazione insostenibile", a suo dire. I militari hanno così proceduto all'arresto dell'uomo e il giorno successivo a seguito dell'emissione di una ordinanza di custodia cautelare, da parte del Tribunale di Tivoli, l'80enne è stato portato presso il carcere di Rebibbia

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento