"Non voglio stare a casa con la mia compagna, arrestatemi": evade dai domiciliari e va dai Carabinieri

L'evaso "disperato" è stato quindi trattenuto in caserma, poi portato a Rebibbia

"Non voglio stare più con la mia compagna, non la sopporto. Arrestatemi". Si è presentato così alla stazione dei Carabinieri di San Basilio un 29enne agli arresti domiciliari. L'evaso "disperato" è stato trattenuto in caserma, fino al rito direttissimo, dove il suo arresto è stato convalidato e la sua "richiesta" è stata accontentata: ora si trova in carcere a Rebibbia.

Il 29enne si è presentato spontaneamente, nella tarda serata di ieri, presso la caserma dei Carabinieri chiedendo espressamente di essere arrestato, perché non voleva più restare nell'abitazione, dove stava scontando una pena detentiva agli arresti domiciliari per il reato di spaccio, perché litigava continuamente con la compagna.

L'uomo era ricercato dai militari perché, a seguito di un controllo fatto nella mattinata di ieri, non era stato rintracciato in casa, da dove si era allontanato senza alcuna autorizzazione dopo l'ennesima lite animata con la sua convivente. Ora è finito nel carcere di Rebibbia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento