Trovati animali seviziati e decapitati: ipotesi riti satanici a Castelverde

I brandelli di quelli che sembrano essere un gatto ed un coniglio sono stati rinvenuti dai volontari di Earth in via Navelli. Verranno analizzati dall'istituto zooprofilattico

Via Navelli a Castelverde (foto Google)

Come un film dell'orrore potrebbero essere prima stati seviziati e poi decapitati. Macabra scoperta nella zona di Castelverde, periferia est della Capitale, dove nella mattinata di ieri le Guardie Ecozoofile dell'Associazione Earth hanno recuperato i resti di due animali abbandonati a brandelli in via Navelli. Difficile da una prima analisi comprendere quali siano stati gli animali vittime di tali brutalità che a prima vista sembrerebbero essere un gatto ed un coniglio. A rendere ancora più tragica la scoperta la possibilità che i due poveri animali siano stati sacrificati nell'ambito di un "Rito Satanico". 

RESTI DI ANIMALI - La segnalazione ai volontari di Earth è stata fatta da alcune ragazze nella mattinata di ieri. Arrivate in via Navelli alcune volontarie non hanno potuto far altro che rabbrividire di fronte alla scena che si sono trovate con i brandelli dei due animali sparsi in terra ed in alcune buste di plastica appese agli alberi. A rendere ancora più macabro il ritrovamento la mancanza delle teste decapitate delle povere vittime della barbarie. 

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO - Trovati i due animali decapitati e sbudellati le volontarie di Earth hanno quindi avvisato il medico veterinario della Asl RmB Carmelo Rossi che ha disposto il trasferimento dei resti dei due animali all'istituto zooprofilattico per effettuare una autopsia volta a chiarire cosa sia realmente accaduto alle due povere bestiole. Earth ha inoltre predisposto una denuncia contro ignoti per "animalicidio".

GATTI DECAPITATI - A spiegare cosa si possa nascondere dietro alla macabra scoperta la presidente di Earth Valentina Coppola: "Non è la prima volta che a Castelverde facciamo scoperte di questo tipo. La scorsa estate alcuni cittadini ci hanno infatti segnalato la presenza dei corpi di alcuni gattini trovati anche in quel caso decapitati. In quel caso i volontari decisero di dare una degna seploltura ai poveri animali ma visto il precedente per questa volta abbiamo deciso di fare maggiore chiarezza su quanto accaduto". 

RITI SATANICI - La volontaria di Earth avanza inoltre l'ipotesi di possibili "riti satanici". "Accanto ai resti dei due poveri animali - spiega ancora Valentina Coppola - è stato infatti ritrovato il resto di un focolaio e questo potrebbe indicare un rito satanico". "Purtroppo anche nel 2014 trovammo altri cuccioli di animali decapitati sempre a Castelverde". 

CUCCIOLI IN REGALO - Proprio per evitare tali possibili macabri giochi Valentina Coppola ricorda quanto sia poco produttivo regalare cuccioli di cani e gatti durante le feste quasi come fossero dei giocattoli: "Senza coscienza di quello che si fa - conclude la presidente di Earth - si rischia che questi poveri animali finiscano nella mani di ragazzini senza scrupoli. Le adozioni controlalte servono appunto a questo, a controllare che fine farà poi l'animale domestico regalato per Natale o per il compleanno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Incidente sulla Tiburtina, scontro tra una Panda e un bus Cotral: due morti

  • Trovata svenuta in strada a Porta Furba, muore in ospedale: la morte di Antonella Brunella è un giallo

Torna su
RomaToday è in caricamento