Controlli Alto Impatto all'Esquilino, quartiere al 'setaccio': chiusi due bar

Identificate più di 200 persone. Tra loro due sono state arrestate e 30 denunciate. Elevate sanzioni per 90mila euro

Sempre attivi  i servizi straordinari “alto impatto” nelle aree della Capitale. Colle Oppio, Piazza Vittorio Emanuele, via Lamarmora, via Giolitti e altre vie limitrofe, sono le zone su cui si sono concentrati i controlli straordinari, coordinati dall’ufficio UPGSP della Questura ed  effettuati nella giornata di ieri dagli agenti del Commissariato Esquilino - diretti dalla dottoressa Agnese Cedrone, del  Reparto Volanti, delle specialità della Polizia di Stato e la collaborazione del personale di Roma Capitale.

CONTROLLI A TUTTO CAMPO - Piazze, giardini e vie commerciali del quartiere; per l’intero pomeriggio i poliziotti hanno effettuato controlli a “tutto campo”. Particolare attenzione al parco del Colle Oppio e a piazza Vittorio Emanuele. Proprio a Colle Oppio, dove molte persone di nazionalità straniera sono solite stazionare,  sono state più di quaranta le persone controllate.

MARIJUANA DIETRO LA SIEPE - Nel corso delle identificazioni e degli accertamenti effettuati con l’impiego di poliziotti a Cavallo,  un 20enne cittadino del Gambia, durante il controllo ha mostrato chiari segni di nervosismo, nascondendo, alla vista degli uomini in divisa “qualcosa” dietro una siepe. Dimostrando la sua contrarietà, senza apparente motivo, alla richiesta di esibire i propri documenti, l’uomo è stato controllato e trovato in possesso di 20 grammi di marijuana. Recuperato anche l’involucro di cui si era disfatto e al cui interno sono stati recuperati  30 grammi della stessa sostanza.

SECONDO PUSHER - Stessa sorte per un 34enne della Costa D’Avorio che, fermato poco distante e perquisito con l’ausilio delle unità cinofile della Questura, è stato sorpreso nell’atto di disfarsi di una notevole quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Allo straniero è stata sequestrata anche la somma di circa 350 euro in contanti, probabili provento della vendita al dettaglio delle dosi. Per entrambi sono scattate le manette per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

CONTROLLI NEI NEGOZI - In seguito ai controlli di carattere amministrativo, a cui sono stati sottoposte a verifica le licenze di diverse attività commerciali della zona, gli agenti hanno controllato un “affittacamere” in via Giolitti – la cui titolare, una cittadina cinese – aveva raddoppiato la capacità ricettiva della propria struttura portandola da 10 a 20 posti letto. Sanzionata con un ammenda di 7000 euro, è stata anche segnalata alla Direzione territoriale del lavoro per la presenza di un dipendente non in regola.

LICENZA SOSPESA - Due  invece gli esercizi commerciali la cui licenza è stata sospesa per motivi di Ordine Pubblico, nello specifico si tratta di due bar; uno in via Lamarmora e l’altro di via Carlo Felice. In entrambi i casi  nell’ultimo periodo si erano verificati episodi  di rissa o legati allo spaccio di droga.

RISTORANTI DELLA ZONA - I controlli mirati al contrasto della frode alimentare, effettuati all’interno del mercato rionale dell’ Esquilino e di alcuni ristoranti della zona, realizzati in collaborazione con il personale della Capitaneria di Porto e dell’Ispettorato del Lavoro, hanno permesso di effettuare 7 sequestri amministrativi per un totale 600 chili circa di prodotti ittici ritirati dal mercato, in quanto di dubbia provenienza, e di elevare sanzioni per 82.907,00 euro.

200 PERSONE CONTROLLATE - Complessivamente, durante tutti i controlli, sono state più di 200 le persone controllate, tra le quali 130 cittadini extracomunitari. Di questi, 71 sono stati accompagnati in ufficio per la verifica della loro posizione sul territorio nazionale, al termine della quale sono stati denunciati 30 stranieri; 13 per non aver ottemperato al decreto di espulsione emesso dal Questore di Roma e i rimanenti perché  non in regola con le vigenti normative che disciplinano il soggiorno sul nostro territorio. Altri accertamenti invece, hanno comportato l’accompagnamento di 15 extracomunitari presso il Centro di Identificazione ed Espulsione di Ponte Galeria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento