Caos a piazzale Flaminio: "C'è una bomba in banca", due telefonate anonime fanno scattare l'allarme

Due chiamate intorno alle 10 hanno fatto scattare l'allarme. Sul posto gli artificieri e il 118

"C'è una bomba". Poi, ancora. "C'è una bomba, dovete scappare". Due telefonate anonime giunte alla Banca Popolare di Milano alle 10 e alle 10:10 di venerdì 9 agosto hanno fatto scattare l'allarme a piazzale Flaminio. A chiamare il numero unico per le emergenze il vice direttore dell'istituto di credito alle 10:34. 

Sul posto le volanti della polizia di stato, la polizia locale (con dodici pattuglie del II Parioli e tre del gurppo di Sapienza), il 118 e le squadre degli artificieri. Le forze dell'ordine, immediatamente, hanno fatto evacuare il primo piano, il piano terra e tre piani seminterrati dell'edificio.

Per permettere le operazioni linee 61-160-490-49 Atac sono state deviate con i vigili che hanno chiuso gli accessi al sottovia di Porta Pia e Piazza della Croce Rossa verso Viale del Muro Torto.

Gli accertamenti degli artificieri hanno poi dato esito negativo. Alle 12:15,dopo i controlli del caso, la strada è stata riaperta e i dipendenti sono rientrati in banca. 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento