Aggressione ad Anagnina, il legale dell'aggressore: “Da lei minacce”

Fabrizio Gallo, legale dell'aggressore: "Il Gip su mia richiesta ha deciso di concedergli gli arresti domiciliari. La donna gli avrebbe rivolto parole offensive provocandolo con minacce

aggre222

Ha ottenuto gli arresti domiciliari Alessio Burtone, il ventenne romano che ha colpito con un pugno un'infermiera romena alla stazione Anagnina. A darne notizia è l'avvocato del Burtone, Fabrizio Gallo che ha anche voluto smentire le notizie apparse su alcuni organi di stampa: "Voglio subito dire che il ragazzo non è pregiudicato. E' un lavoratore ed è una persona perbene"

L'avvocato aggiunge che "nel video si vede chiaramente che era la donna a inseguire il ragazzo. Alessio mi ha detto che lei gli avrebbe rivolto parole offensive e lo avrebbe provocato dicendogli "Te la faccio pagare" e "Ti faccio cadere quando arriva la metro". A quel punto l'ha colpita".

"Quando ieri in carcere, prima che gli concedessero i domiciliari - aggiunge l'avvocato - ho detto ad Alessio che la donna era in coma, ha avuto un momento di sconforto. Non pensava di aver fatto una cosa tanto grave. Aveva paura che fosse armata. Anche i genitori del ragazzo sono delle brave persone e sono costernati per l'accaduto. Farò un'istanza al pm per la riammissione in libertà".

Il video dell'aggressione alla metro di Anagnina

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento