Tragedia sfiorata a Prati: albero crolla sulle auto, due feriti gravi

Il cedimento in viale Giuseppe Mazzini. Sul posto la Polizia Locale di Roma Capitale, i vigili del fuoco e la Polizia di Stato

L'albero caduto in viale Giuseppe Mazzini

Non c'è quiete dopo la tempesta a Roma. Un albero, l'ennesimo dopo l'ecatombe del fine settimana causata dai forti venti, è infatto crollato a Prati su tre auto danneggiandone una quarta. Il cedimento intorno alle 9:30 di lunedì 25 febbraio in viale Giuseppe Mazzini, altezza civico 101.

Due le persone ferite, un passante ed un automobilista che si trovava all'interndo di una Fiat Panda colpita dalla pianta. I due uomini, di 42 e 52 anni, sono stati affidati alle cure delle ambulanze del 118 e trasportati all'ospedale Santo Spirito ed al Policlinico Umberto I entrambi in codice rosso. 

La pianta ad alto fusto, un pino marittimo alto circa 30 metri, crollando ha danneggiato anche un palo dell'Acea determinando una perdita d'acqua su strada. Le tre vetture danneggiate sono una Fiat Panda, una Citroen Xsara ed una Fiat Seicento. Allertati i soccorritori sul posto sono intervenuti gli agenti del I Gruppo Prati della Polizia Locale di Roma Capitale i vigili del fuoco e gli agenti del Commissariato Prati della Polizia di Stato. Sul posto anche i tecnici Acea per la riparazione della perdita d'acqua. 

Al fine di accertare i danni e permettere la rimozione della pianta il tratto di viale Mazzini interessato dal crollo è stato chiuso in direzione piazza Mazzini e deviato su via Baiamonti

Deviati anche i mezzi pubblici in transito sulla strada. La linea 30 in direzione Laurentina devia via della Giuliana-Risorgimento-via Crescenzio-piazza Cavour. Mentre i bus delle linee 89-495 (direzione Sant'Agnese/Annibaliano e Tiburtina) deviano viale Angelico-viale Giulio Cesare-via Lepanto-viale delle Milizie. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Saranno poi "immediatamente abbattuti" i due pini adiacenti a quello crollato in viale Mazzini. È quanto stabilito a seguito di uno screening dall'agronomo Enrico Chiarot, incaricato dall'assessorato All'Ambiente di Roma Capitale. "Si tratta di due esemplari che potrebbero cadere da un momento all'altro - ha detto - ne ho ordinato l'immediato abbattimento e a breve dovrebbero arrivare le squadre incaricate".

Intanto la sindaca Raggi annuncia che a breve effettuerà un sopralluogo: "Come sapete in questi giorni le condizioni meteo non sono state delle migliori. Questa mattina c'è stato il crollo di un pino in viale Mazzini che ha provocato due feriti gravi in codice rosso, ora mi recherò sul posto per verificare le condizioni". 

Sul crollo dell'albero è intervenuta Cristina Grancio, esponente di dem e capogruppo del Misto in Assemblea capitolina: "Sono mesi che la sindaca Raggi annuncia a vuoto che l’appalto per la cura delle alberature sta per essere operativo. A forza di annunci non si pone certo rimedio alla situazione di grave carenza di manutenzione in cui versa il patrimonio arboreo della città dopo tre anni dall’insediamento di questa amministrazione. Si faccia immediata chiarezza sulle ragioni che bloccano ancora un servizio indispensabile per la tutela del verde e per l’incolumità dei cittadini". 

"A questo punto vogliamo vedere le carte – prosegue la consigliera capitolina -. Oggi ho presentato al Dipartimento Tutela Ambientale una richiesta di accesso agli atti per capire per quale motivo non si riesce ancora a concludere una gara bandita nel 2017. Di questo passo gli alberi in questa città saranno percepiti come pericolo e non come alleati indispensabili nel contrasto dell’inquinamento atmosferico e del riscaldamento climatico". 

Durissimo il Codacons contro il Comune di Roma e il Servizio Giardini: "Presenteremo oggi stesso una denuncia penale alla Procura di Roma chiedendo di aprire una indagine sull’episodio alla luce dei possibili reati di concorso in lesioni gravissime, attentato alla sicurezza dei trasporti e associazione a delinquere – spiega il Codacons –. Risulta infatti che nella zona sarebbe stata segnalata la presenza di alberi pericolanti, ed è quindi indispensabile accertare le responsabilità dell’amministrazione allo scopo di verificare eventuali omissioni o negligenze sul fronte della cura del verde pubblico, che abbiano contribuito a determinare il grave incidente odierno".

Non è possibile che i cittadini rischino la vita a causa di alberi che piombano su auto e passanti – afferma il presidente Carlo Rienzi –. La magistratura deve accertare cosa ha fatto il Comune e il Servizio Giardini per evitare l’episodio odierno e per garantire la sicurezza e la manutenzione degli alberi, indagando l’amministrazione per concorso in lesioni gravissime, associazione a delinquere e per attentato alla sicurezza dei trasporti. Nessuna città registra la situazione critica di Roma sul fronte degli alberi, e il maltempo non può essere un alibi per giustificare una amministrazione incapace". 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Mercato immobiliare Roma: atteso un consolidamento delle compravendite, ma valori ancora in calo

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Fiumi di steroidi ed anabolizzanti nelle palestre romane, arrestati personal trainer e culturisti

Torna su
RomaToday è in caricamento