Fiumicino: abbattuti 900 eucalipti vicino l'aeroporto

Il Wwf chiede chiarezza sull'abbattimento di 900 eucalipti frangivento sul litorale romano, in una zona agricola al confine con l'aeroporto di Fiumicino in località Santa Ninfa

In una zona agricola al confine con l'aeroporto di Fiumicino sono stati abbattuti 900 eucalipti e ora il Wwf chiede chiarezza su quanto accaduto: “Nei giorni scorsi ben 900 alberi, al confine con l'aeroporto di Fiumicino, in località Santa Ninfa, sono stati abbattuti in modo radicale - afferma Maria Gabriella Villani, presidente del Wwf litorale romano . Era proprio necessario? Abbattendoli abbiamo perso oltre 700 mila chilogrammi di legno vivente essenziale per intrappolare carbonio atmosferico. Se quegli eucalipti costituivano un pericolo per il traffico aereo era sufficiente ridurli di dimensione. Questa specie è resistente anche a drastici interventi di potatura che comunque avrebbero potuto consentire di mantenere la funzione di protezione dal vento per le colture agricole". "Chiediamo un chiarimento alle autorità preposte conclude Villani - ed inoltre chiediamo con forza di compensare la perdita degli alberi con l'introduzione di nuove alberature idonee, magari a crescita più lenta come molte specie della macchia mediterranea quali leccio, lentisco, fillirea, erica, che non raggiungono altezze pericolose per il traffico aereo". (Fonte Ansa)
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento