Chiede aiuto a passante ma viene aggredito: preso a pugni in strada

A dare l'allarme diversi testimoni che, dopo aver assistito alla scena, hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze

Era al telefono con un conoscente italiano che doveva dargli delle indicazioni ma un cittadino dello Sri Lanka, non comprendendo bene la lingua italiana, ha chiesto aiuto ad un passante, passandogli lo smartphone e pregandolo di parlare per lui.

Per sua sfortuna, la prima persona che ha incrociato in via Tripolitania e che avrebbe dovuto aiutarlo si è trasformata in carnefice: lo sconosciuto, infatti, terminata la conversazione, invece di restituire il telefono al proprietario, lo ha improvvisamente colpito con due pugni mettendolo ko, per poi allontanarsi a bordo della sua auto.

Alcuni testimoni che hanno assistito alla scena, hanno immediatamente contattato il Numero Unico di emergenza 112 e una gazzella dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma è riuscita a bloccare il fuggitivo poche centinaia dimetri dopo, in via Dancalia.

A finire in manette con l'accusa di rapina impropria è stato un romano di 30 anni, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine domiciliato a Fregene. Per lui è scattata anche la denuncia a piede libero per guida con patente revocata.

Il telefonino è stato recuperato e restituito alla vittima che, oltre al grande spavento, non ha riportato lesioni. Il rapinatore è stato portato in caserma in attesa del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento