Ferito alla gola con una mannaia, picchiato e abbandonato davanti Termini: giovane in fin di vita

Il giovane è stato medicato e portato in gravi condizioni all'Umberto I. Alcuni testimoni parlano di una lite sfociata poi con l'aggressione. La polizia indaga

Un ragazzo cinese di 30 lotta tra la vita e le morte dopo aver subito una brutale aggressione in strada, davanti la stazione Termini. A trovarlo, riverso nel suo sangue, alcuni passanti in via Giolitti 36, proprio nella zona dei cosiddetti ballatoi. I fatti, su cui la PolFer e la polizia di Stato stanno indagando, sono avvenuti intorno alle 20 di mercoledì 23 ottobre. 

Secondo quanto raccontato dai testimoni tutto sarebbe inziato con una lite tra il 30enne e un suo connazionale. Quindi la vittima è stata aggredita e poi colpita con una mannaia. I primi ad arrivare sul posto sono stati gli agenti della PolFer che, ricostruendo la scena, hanno determinato insieme alla squadra della Scientifica come il giovane sia stato colpito al collo prima di essere lasciato, sanguinante, in strada. 

I sanitari del 118, dopo i soccorsi sul posto, hanno portato il 30enne al Policlinico Umberto I dove è ricoverato, in stato di incoscienza, con fratture multiple e, appunto, quel profondo taglio alla gola.

Gli inquirenti, nel frattempo, hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona dell'Esquilino e anche quelle all'interno della stazione Termini: è caccia all'aggressore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Manifestazione dei pensionati e sit-in dei pendolari: sabato attese oltre 20mila persone a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento