Aggressione ai ragazzi del Cinema America: arrestati tre giovani di estrema destra

I tre giovani di estrema destra sono vicini a Blocco Studentesco e CasaPound. Le testimonianze delle vittime e l'analisi dei filmati di videosorveglianza hanno consentito di ricostruire la dinamica dei fatti

La notte del 16 giugno avevano aggredito quattro ragazzi del Cinema America. Questa mattina i poliziotti, a conclusione delle indagini della Digos, hanno eseguito 3 misure cautelari degli arresti domiciliari nei confronti di altrettanti ragazzi. Tutti militanti di CasaPound o del Blocco Studentesco.

Le vittime sarebbero state picchiate perché antifasciste, così come ricostruito dalle indagini partite dalla denuncia di David Habib e Valerio Colantoni, feriti, e dei loro amici Yasir Abdilhakim e Stefano Riobbo. 

Intorno alle 4 di quella notte, tra i vicoli di Trastevere, i quattro amici stavano concludendo la serata dopo aver assistito, in piazza San Cosimato alla proiezione di "First Reformed" organizzata dal cinema America. Qui vennero aggrediti da un gruppo di ragazzi anche loro in zona per festeggiare l'addio al nubilato di uno di loro.

"Hai la maglietta del cinema America, sei antifascista, levatela subito e vattene di qua!" avrebbe detto uno dei picchiatori, spalleggiato da un amico, a uno dei giovani. Ne sarebbe nato così un diverbio degenerato in una violenta aggressione nei confronti dei ragazzi del "Piccolo cinema America", nel corso della quale V.M. ha colpito con una bottiglia una delle vittime procurandogli una ferita al volto, mentre C.M., con una testata, ha fratturato il setto nasale ad un altro giovane, il tutto alla presenza di S.B., organizzatore della serata.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le testimonianze delle vittime e l'analisi dei filmati di videosorveglianza di alcuni negozi hanno consentito di ricostruire la dinamica dei fatti e identificare tutti i componenti del gruppo degli aggressori, vicini a movimenti politici di estrema destra. Tre le misure cautelari degli arresti domiciliari emesse dal Gip del Tribunale di Roma dottoressa Clementina Forleo, su richiesta del pm Eugenio Albamonte.

Pochi giorni dopo da qui fatti ci furono altre due aggressioni, una all'ex fidanzata del Presidente dell'associazione 'Piccolo America', Valerio Carocci e l'altra il 28 luglio scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

  • Sardine a Roma, sabato la manifestazione: chiusa metro San Giovanni e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento