La porta è guasta, non riesce a scendere dal vagone ed aggredisce il capotreno

Nei guai un 52enne romano che ha ferito al capo il lavoratore, costretto alle cure presso l'ospedale di Bracciano

Non è riuscito a scendere dal treno perché la porta del treno era guasta, anche se regolarmente segnalata, ed ha aggredito il capotreno mandandolo in ospedale. Questo quanto accaduto la scorsa settimana su un treno che da Termini portava a Civitavecchia. I fatti a Maccarese. Protagonista un viaggiatore che nella stazione del comune di Fiumicino voleva scendere. 

Non si era però accorto che sulla porta scelta per la discesa, era affisso il cartello di “PORTA GUASTA”. Così quando ha raggiunto la porta successiva il treno era già ripartito. Ha quindi inveito contro il capo treno accusandolo dell’accaduto e nonostante questi si fosse prodigato per trovare una soluzione per tornare indietro, ha continuato a protestare arrivando a vere e proprie minacce.

Giunto a Ladispoli, dopo essere sceso dal treno, l’uomo ha colpito violentemente il capotreno con un oggetto tanto da procurargli una ferita al capo tale da essere trasportato presso l’Ospedale di Bracciano per le cure del caso. Subito dopo l’autore dell’aggressione si  allontanava dalla stazione in compagnia della moglie e dei figli con i quali viaggiava.

Il treno è stato soppresso ed una cinquantina di viaggiatori hanno subito inevitabili disagi mitigati dalla fermata straordinaria di un treno intercity che è giunto poco dopo. Le immediate indagini svolte dal personale della Polfer di Civitavecchia con il prezioso contributo del Centro Operativo del Compartimento di Roma, hanno consentito di identificare il responsabile, un romano di 52 anni. Nella giornata di ieri  è stato indagato in stato di libertà e dovrà rispondere di violenza e lesioni ad incaricato di pubblico servizio nonché interruzione di pubblico servizio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Quando si ha a che fare con gente stupida e violenta, bisognerebbe prendere dei provvedimenti seri. Una bella multa salata con esazione reale e immediata e la prossima volta ci pensa bene prima di fare il pirla. E se viene riarrestato per atti di violenza, anche il carcere.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via Collatina vecchia il giorno dopo l'incendio brucia ancora. Della Casa: "Atto criminale, pene severe"

  • Cronaca

    Incendio via Collatina vecchia, a febbraio lo sgombero poi l'area è finita abbandonata senza bonifica

  • Politica

    Via Collatina vecchia e l'abbandono prima dell'incendio: chiesti chiarimenti ad Ama per la mancata bonifica

  • Politica

    Salva-Roma, Lemmetti: "Senza interventi in parlamento, il bilancio rischia il crollo"

I più letti della settimana

  • È morto Massimo Marino, personaggio cult delle notti romane

  • Perde controllo dell'auto e si ribalta in una cunetta, tre feriti. Due sono gravi

  • 25 aprile a Roma: strade chiuse e bus deviati per il giorno della Liberazione

  • Marco Vannini, l'omicidio del giovane di Ladispoli in uno speciale de Le Iene. On line c'è chi rimorchia con la sua foto

  • Miracolo al binario 14: infarto dopo corsa per prendere il treno, 33enne salvato a Termini

  • Valmontone: scontro auto-moto, due feriti. Una è la moglie di Cerci

Torna su
RomaToday è in caricamento