Acilia: gamba rotta e trauma cranico, picchia l'anziana madre invalida

In manette un 41enne. L'uomo non si è fermato, nonostante la madre fosse invalida e costretta a muoversi con una bombola di ossigeno sempre al seguito e ha continuato a colpire l'anziana riversa sul pavimento

Non si è fatto scrupoli e ha aggredito l'anziana madre. Succede ad Acilia dove ieri sera un 41enne, dipendente da alcool e sostanze stupefacenti, ha picchiato la mamma 72enne. Il violento, è stato arrestato dai Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Ostia per "lesioni aggravate, minacce, maltrattamenti in famiglia e violazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla casa familiare".  

Il 41enne, dopo essere entrato nell'abitazione, ha iniziato a minacciare la donna di morte poi, non contento, l'ha aggredita violentemente con calci e pugni, facendola cadere a terra. Il figlio violento non si è fermato nonostante la madre fosse invalida e costretta a muoversi con una bombola di ossigeno sempre al seguito e, senza alcuna pietà, ha continuato a colpire l'anziana riversa sul pavimento.

La donna, miracolosamente, è riuscita a chiedere aiuto al 112 e così il figlio ha provato a scappare, ma è stato arrestato poco dopo in strada. I Carabinieri hanno poi prestato soccorso alla donna, successivamente accompagnata presso il Pronto Soccorso dell'ospedale Grassi di Ostia, dove le sono state diagnosticate la frattura scomposta del femore e un trauma cranico, con una prognosi di 40 giorni.  

Già in passato la vittima si era ritrovata costretta a denunciare il proprio figlio per le continue minacce e aggressioni che subiva, tanto che il Tribunale di Roma aveva emesso nei suoi confronti un divieto di avvicinamento alla casa familiare. Questa volta però per l’aguzzino si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli.